Clicca qui per scaricare

La copertura digitale del territorio rurale: un’analisi sui comuni marchigiani
Titolo Rivista: ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE  
Autori/Curatori: Marco Lorenzetti, Nicola Matteucci 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 92-112 Dimensione file:  410 KB
DOI:  10.3280/ES2016-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La carenza di statistiche territorialmente disaggregate ha a lungo ostacolato la comprensione del divario digitale. Questo lavoro, utilizzando nuovi dati comunali, analizza la copertura delle reti fisse a banda larga prima dell’avvio dei piani pubblici nazionali chiamati a risolvere il divario digitale infrastrutturale. L’analisi comparativa si concentra sulle Marche - una piccola regione fortemente rurale ma, al contempo, a forte vocazione manifatturiera. Emerge innanzitutto che il divario digitale delle Marche e dell’Italia Centrale era superiore a quello medio nazionale. Inoltre, i territori più colpiti erano quelli più rurali, e gli investitori privati mostrano di aver mirato alle aree a più elevato potenziale di mercato, maggiormente accessibili e tendenzialmente con meno problemi di sviluppo. Il tutto conferma la necessità di un robusto piano di intervento pubblico per la soluzione dei fallimenti del mercato nello sviluppo della knowledge economy e l’inclusione digitale - anche nell’attuale passaggio alle reti di nuova generazione (Nga).


Keywords: Banda larga, copertura, mercato potenziale, ruralità, Comuni, Marche, Italia Centrale.

  1. Becattini G., a cura di (1987). Mercato e forze locali: il distretto industriale. Bologna: il Mulino.
  2. Brusco S. (1982). The Emilian Model: Productive Decentralisation and Social Integration. Cambridge Journal of Economics, 6: 167-184, https://cje.oxford journals.org/content/6/2/167.full.pdf (10 giugno 2016).
  3. Caio F., Marcus J.S. and Pogorel G. (2014). Achieving the Objectives of the Digital Agenda for Europe (DAE) in Italy: Prospects and Challenges. Report of the expert advisory team appointed by President Letta, , 10 giugno 2016.
  4. Calafati A.G. e Sori E., a cura di (2004). Economie nel tempo. Persistenze e cambiamenti negli Appennini in età moderna. Milano: FrancoAngeli.
  5. Calafati A.G. e Mazzoni F. (2009). Città in nuce nelle Marche. Coalescenza territoriale e sviluppo economico. Milano: FrancoAngeli.
  6. Corò G. (2010). Beni collettivi e infrastrutture per la competitività. In: Perulli P., a cura di. Nord Regione Globale. Il Veneto. Milano: Bruno Mondadori.
  7. Dauvin M. and Grzybowski L. (2014). Estimating Broadband Diffusion in the EU Using NUTS 1 Regional Data. Telecommunications Policy, 38(1): 96-104,, 10.1016/j.telpol.2013.05.006DOI: 10.1016/j.telpol.2013.05.006
  8. Davies A. (1996). Innovation in Large Technical Systems: The Case of Telecommunications. Industrial and Corporate Change, 5 (4): 1143-1180,, 10.1093/icc/5.4.1143DOI: 10.1093/icc/5.4.1143
  9. Esposti R. e Sotte F. (2001). Le dinamiche del rurale. Letture del caso italiano. Milano: FrancoAngeli.
  10. European Commission (2010). A Digital Agenda for Europe. COM(2010)245, 19 May. Brussels.
  11. European Commission (2012). National Broadband Plan Italy. Case
  12. SA.33807 (2011/N) – Italy, 24.05.2012, C(2012) 3488 final. Brussels.
  13. European Commission (2013). EU Guidelines for the Application of State Aid Rules in Relation to the Rapid Deployment of Broadband Networks. Communication n. 2013/C 25/01, OJEU 26.1.2013. Brussels.
  14. Fuà G. e Zacchia C. a cura di (1983). L’industrializzazione senza fratture. Bologna: il Mulino.
  15. Griliches Z. (1957). Hybrid Corn: An Exploration in the Economics of Technological Change. Econometrica, 25 (4): 501-522,, 10.2307/1905380DOI: 10.2307/1905380
  16. Matteucci N. (2013). Lo stato della banda larga in Italia: statistiche, modelli diffusivi e implicazioni di policy. L’Industria, 34 (1): 11-60,, 10.1430/73436DOI: 10.1430/73436
  17. Matteucci N. (2014a). La banda larga del Veneto. Stato, orientamenti e politiche. Economia Marche-Journal of Applied Economics, 33 (1): 64-82, , 10 giugno 2016.
  18. Matteucci N. (2014b). L’investimento nelle reti NGA a larga banda: la ‘questione settentrionale’. Economia e Politica Industriale, 41(4): 9- 25,, 10.3280/POLI2014-004007.DOI: 10.3280/POLI2014-004007.
  19. Matteucci N. (2015a). La valutazione delle agende digitali regionali. Un modello per gli investimenti pubblici in banda larga. L’Industria, 36 (4): 551-582,, 10.1430/82532DOI: 10.1430/82532
  20. Matteucci N. (2015b). Il divario digitale infrastrutturale delle Marche. Prisma, 1: 98-121,, 10.3280/PRI2015-001008DOI: 10.3280/PRI2015-001008
  21. Noam E. (2011). Let Them Eat Cellphones: Why Mobile Wireless Is No Solution for Broadband. Journal of Information Policy, 1: 470-485,, 10.5325/jinfopoli.1.2011.0470DOI: 10.5325/jinfopoli.1.2011.0470
  22. Presidenza del Consiglio dei Ministri (2015). La Strategia italiana per la banda ultralarga. 3 marzo, , 10 giugno 2016.
  23. Rogers E.M. (1962). Diffusion of Innovations (1th ed). New York: Free Press of Glencoe.
  24. Seri P., Bianchi A. and Matteucci N. (2014). Diffusion and Usage of Public E-Services in Europe: An Assessment of Country Level Indicators and Drivers. Telecommunications Policy, 38(5-6): 496-513,, 10.1016/j.telpol.2014.03.004DOI: 10.1016/j.telpol.2014.03.004
  25. Sotte F. (2013). Scenari evolutivi del concetto di ruralità. Proposte e ricerche, 36 (71): 122-144.
  26. Turk T. and Trkman P. (2012). Bass Model Estimates for Broadband Diffusion in European Countries. Technological Forecasting and Social Change, 79(1): 85-96,, 10.1016/j.techfore.2011.06.010DOI: 10.1016/j.techfore.2011.06.010

Marco Lorenzetti, Nicola Matteucci, in "ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE " 2/2016, pp. 92-112, DOI:10.3280/ES2016-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche