Clicca qui per scaricare

Grande guerra e genocidio: Umberto Zanotti bianco, gli armeni in Puglia e la nascita di Nor Arax
Titolo Rivista: STORIA URBANA  
Autori/Curatori: Mirko Grasso 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 150 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  29 P. 67-95 Dimensione file:  416 KB
DOI:  10.3280/SU2016-150005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il saggio ricostruisce la storia del villaggio di Nor Arax, sorto nel 1926 alle porte di Bari per l’accoglienza dei profughi armeni giunti in Puglia tra il 1922 e il 1924 sfuggiti al genocidio operato dai turchi. L’insediamento nasce su iniziativa del meridionalista Umberto Zanotti Bianco, che continuò a occuparsi della gestione del villaggio anche negli anni successivi, organizzando opportunità di lavoro e integrazione sociale. Zanotti Bianco inquadra la questione armena nel più vasto dibattito internazionale sulle nazionalità oppresse, sviluppatosi all’indomani della grande guerra. Alla questione dell’emancipazione dei popoli Zanotti Bianco dedicò molte energie, facendo convergere su di essa i suoi originari interessi per la questione meridionale. Partendo dal modello di colonizzazione interna già elaborato per il Mezzogiorno d’Italia, Zanotti Bianco tramite l’esperienza di Nor Arax infonde un particolare valore alla dialettica della convivenza, consapevolmente contrapposta alle politiche di prevaricazione nazionalistica, base di partenza per l’elaborazione di una più ampia politica mediterranea indirizzata al dialogo e al progresso civile.


Keywords: Fondazioni urbane, Meridionalismo, Democrazia, Genocidio degli Ameni, Politiche di integrazione

Mirko Grasso, in "STORIA URBANA " 150/2016, pp. 67-95, DOI:10.3280/SU2016-150005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche