Clicca qui per scaricare

Si può fare!
Titolo Rivista: PSICOBIETTIVO 
Autori/Curatori: Aldo Genovese 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: 3  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 208-224 Dimensione file:  134 KB
DOI:  10.3280/PSOB2016-003013
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’Autore sottolinea come i recenti importanti sviluppi delle neuroscienze permettono, oggi, una piena reintegrazione della unità mentecorpo, proponendo la mente come collegata non solo al substrato neurale del cervello, ma all’intero corpo, quale mediatore degli scambi e delle connessioni col mondo esterno. Inoltre alcune significative scoperte delle neuroscienze, quali la natura essenzialmente "relazionale" della mente, la "memoria implicita", e, in particolare, i "neuroni specchio", danno supporti neurofisiologici e conferme a molte acquisizioni sperimentali e cliniche della psicologia dello sviluppo e della psicoterapia, relative all’importanza della "conoscenza relazionale implicita" e dei linguaggi analogici e metaforici, all’empatia nella relazione terapeutica, alla dinamica del cambiamento terapeutico. L’Autore prende in considerazione queste implicazioni con particolare riferimento alla psicoterapia sistemica e sottolinea come, alla luce di queste considerazioni, si possa parlare oggi di "nuova alleanza" tra neuroscienze e psicoterapia.


Keywords: Unità mente-corpo; neuroscienze; memoria implicita; neuroni specchio; psicoterapia sistemica; linguaggi analogici; empatia; relazione terapeutica; cambiamento terapeutico.

  1. Ammaniti M., Gallese V. (2014) La nascita della intersoggettività. Lo sviluppo del sé tra psicodinamica e neurobiologia, Raffaello Cortina, Milano
  2. American Psychiatric Association (2006) Practice Guideline for the treatment of Patient with Eating Disorders, Third Edition, APA 2006
  3. Bateson G. (1976) Verso un’ecologia della mente, Adelphi, Milano
  4. Bateson G (1984) Mente e natura, Adelphi, Milano
  5. Damasio A. (1995) L’errore di Cartesio, Adelphi, Milano
  6. Damasio A. (2000) Emozione e coscienza, Adelphi, Milano
  7. De Virgilio G., Coclite D., Napoletano A., Barbina D., Dalla Ragione L.,
  8. Spera G., Di Fiandra T. (a cura di) (2012) Conferenza di consenso “Disturbi del Comportamento Alimentare negli adolescenti e nei giovani adulti”, Rapporti Istisan 13/6, Istituto Superiore di Sanità, Roma, 24-25 ottobre
  9. Genovese A. (2016) Il servizio territoriale e la rete, Relazione al Convegno “Disturbi alimentari 2.0. 20 anni dopo. 20 anni di attività del CDA”, S. Vito al Tagliamento (PN), 1 aprile
  10. Morin E. (1977) Il metodo, Feltrinelli, Milano
  11. Nizzoli U., Melchionda N., Tarrini G. (2011) La cura dei disturbi alimentari. Il lavoro di équipe multidisciplinare, Mucchi Editore, Modena
  12. Onnis L. (2004) Il tempo sospeso. Anoressia e Bulimia tra individuo, famiglia e società, FrancoAngeli, Milano
  13. Onnis L. (2008) “Riforma psichiatrica e psicoterapia sistemica, continuità sviluppi e problemi aperti”, Psicobiettivo, 3: 47-64., DOI: 10.3280/PSOB2008-00300
  14. Onnis L. (2009) “Se la psiche è il riflesso del corpo: una nuova alleanza tra neuroscienze e psicoterapia”, Psicobiettivo, 2: 51-73., DOI: 10.3280/PSOB2009-00200
  15. Onnis L. (a cura di) (2015) Una nuova alleanza tra psicoterapia e neuroscienze. Dall’intersoggettività ai neuroni specchio. Dialogo tra Daniel Stern e Vittorio Gallese, FrancoAngeli, Milano
  16. Rizzolatti G., Sinigaglia C. (2006) So quel che fai. Il cervello che agisce e i neuroni specchio. Raffaello Cortina, Milano
  17. Stern D.N. (1985) Il mondo interpersonale del bambino, Bollati Boringhieri, Torino
  18. Stern D.N. (2005) Il momento presente, Raffaello Cortina, Milano



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The request was aborted: Could not create SSL/TLS secure channel.

Aldo Genovese, in "PSICOBIETTIVO" 3/2016, pp. 208-224, DOI:10.3280/PSOB2016-003013

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche