Clicca qui per scaricare

Attualità del lavoro del preconscio nel piccolo gruppo analiticamente orientato e nella società contemporanea
Titolo Rivista: GRUPPI. Nella clinica, nelle istituzioni, nella società 
Autori/Curatori: Silvia Corbella 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 13-20 Dimensione file:  141 KB
DOI:  10.3280/GRU2015-003002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il preconscio è il sistema dell’apparato psichico nel quale si effettuano i processi di trasformazione che sostengono dinamiche e contenuti inconsci perché possano arrivare alla coscienza. A questo sistema è legata la capacità associativa, figurativa e interpretativa della psiche. In questo momento di crisi che attraversa la società occidentale, il lavoro del preconscio a mio parere è particolarmente importante per riattivare funzioni fondamentali, sia per l’individuo sia per la società, che attualmente paiono a rischio. Ritengo che il setting per eccellenza in cui il lavoro del preconscio esplicita al meglio la propria attività sia il piccolo gruppo analiticamente orientato, grazie alla catena associativa, all’attenzione data al contenuto manifesto del sogno, e alla capacità di pensare e sognare di gruppo e in gruppo. Fondamentale è anche il clima di buona socialità che caratterizza l’interazione fra i partecipanti. Consapevole di questo, ho sperato con Liberi legami che fosse possibile espandere nel sociale più allargato la cultura che si crea nel lavoro gruppoanalitico in modo da cercare, anche se in piccola parte, di ridurre il malessere attuale. E a questo mio libro farò riferimento nel testo


Keywords: Preconscio, gruppo, catena associativa, creatività, sogno, buona socialità.

  1. Anzieu D. (1976). Il gruppo e l’inconscio. Roma: Borla, 1979.
  2. Anzieu D. (1994). Il pensare dall’Io pelle all’Io pensante. Roma: Borla, 1996.
  3. Arendt H. (1968). L’umanità in tempi bui. Milano: Raffaello Cortina, 2006.
  4. Bion W.R. (1970). Attention and Interpretation. London: Karnak (trad. it.: Attenzione e interpretazione. Roma: Armando, 1973).
  5. Corbella S. (2003). Storie e luoghi del gruppo. Milano: Cortina.
  6. Corbella S. (2014). Liberi legami. Roma: Borla.
  7. Corrao F. (1981). Struttura poliadica e funzione gamma. Gruppo e funzione analitica, 2: 25-31.
  8. De Martino E. (1987). Dalla crisi della presenza alla comunità umana. Napoli: Liguori.
  9. Gaburri E. (1981). Il gruppo e il pensiero. Gruppo e funzione analitica, II, 3: 27-39.
  10. Kaës R. (2012). Il malessere. Roma: Borla, 2014.
  11. Lopez D., Zorzi L. (1999). La sapienza del sogno. Milano: Dunod.
  12. Manzoni A. (1840). I promessi sposi. Milano: Tipografia Guglielmini e Radaelli.
  13. Neri C. (1995). Gruppo. Roma: Borla.
  14. Neri C. (2004). “Quali funzioni svolgono la fede e la fiducia nella seduta e nel lavoro analitico?”. Lavoro presentato al Centro Milanese di Psicoanalisi, 18 novembre.
  15. Neri C. (2014). Il punto di vista dei pazienti su come cura il piccolo gruppo. Intervista a Claudio Neri di Palmieri V. In: Neri C., Patalano R., Salemme P., a cura di, Fare gruppo nelle istituzioni. Milano: FrancoAngeli.
  16. Nietsche F. (1878). Umano, troppo umano, I e Frammenti postumi (1876-1878). Vol. IV, tomo 2, a cura di Colli G., Montinari M., trad. it. di Montinari M. e Sossio-Giametta. Milano: Adelphi, 1965.
  17. Racalbuto A. (2005). Trasformazioni personali e società. Gli Argonauti, 105: 97-11.
  18. Winnicott W. (1988). Dal luogo delle origini. Milano: Cortina, 1990.
  19. Kaës R. (1985). Place, fonction et savoir du psychanaliste dans le groupe. Revue de psychothérapie psychanalytique de groupe, 1-2: 13-37.
  20. Kaës R. (1998). “I processi associativi nei gruppi”. Seminario tenuto a Milano per APG.
  21. Kaës R. (1998). Le jeu psychodramatique: modèle de figurabilité et travail du préconscient? Revue de psychothérapie psychanalytique de groupe, 30: 93-106.
  22. Kaës R. (1999). “La trama polifonica dell’intersoggettivo nel sogno”. Atti del Congresso internazionale “Sogno e gruppo”. Roma, 4-5 giugno.
  23. Miller J-A. (1998). Il Nuovo. Roma: Astrolabio, 2005.
  24. Neri C. (1997). Commutare <-> Commuovere. Transiti dal gruppo all’individuo e viceversa. In: Gaburri E., a cura di, Emozione e interpretazione. Psicoanalisi del campo emotivo. Torino: Bollati Boringhieri.

Silvia Corbella, in "GRUPPI. Nella clinica, nelle istituzioni, nella società" 3/2015, pp. 13-20, DOI:10.3280/GRU2015-003002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche