Click here to download

L’esperienza del Centro Comunitario Agape con i minori e le donne di Mafia
Journal Title: MINORIGIUSTIZIA 
Author/s: Domenico Nasone 
Year:  2016 Issue: Language: Italian 
Pages:  7 Pg. 203-209 FullText PDF:  100 KB
DOI:  10.3280/MG2016-003022
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


La devianza minorile mafiosa ha esigui numeri e poca visibilità da non destare allarme sociale. Eppure è una devianza sommersa che si rinnova per discendenza e che attraverso l’investimento pedagogico operato sulle nuove generazioni si radica. Intervenire in questo segmento consente di riaprire le speranze di crescita di ragazzi ritenuti troppo silenziosi e difficili da trattare e di aggredire i fenomeni mafiosi nel loro nesso genealogico. A lontananze disagiate e disadattate ci sono bisogni di crescita trascurati o insoddisfatti, bisogni con i quali si può tentare un contatto. Rivolgersi ai loro bisogni è una tra le leve educative più efficaci.
Keywords: Disagio, investimento pedagogico, soddisfacimento dei bisogni di crescita, minori di ’ndrangheta.

Domenico Nasone, in "MINORIGIUSTIZIA" 3/2016, pp. 203-209, DOI:10.3280/MG2016-003022

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content