Clicca qui per scaricare

Lasciarsi trasformare dai figli. Proposta di un modello estetico di genitorialità
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Margherita Spagnuolo Lobb 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 25-39 Dimensione file:  212 KB
DOI:  10.3280/GEST2016-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il concetto fondamentale di questo articolo è un’idea estetica, fenomenologica e di campo della funzione genitoriale, dettata dalla conoscenza relazionale che passa attraverso i sensi, definita dalle intenzionalità che evolutivamente caratterizzano il campo esperienziale, e orientata al sostegno dell’armonia con cui i figli intendono assolvere ai compiti sociali. La genitorialità è vista pertanto nella sua funzione di ponte tra oikòs e pòlis. L’autrice descrive come la funzione genitoriale si è evoluta nella società degli ultimi 60 anni, e definisce il bisogno attuale. Quindi identifica sei fasi evolutive, definite dall’intenzionalità condivisa che, di volta in volta, motiva e dà senso al campo fenomenologico familiare. Queste intenzionalità guidano il lavoro di sostegno psicologico alla genitorialità.


Keywords: Genitorialità, conoscenza relazionale estetica, Gestalt therapy, campo fenomenologico, intenzionalità, società.

  1. Beebe B., Lachmann F.M. (2002). Infant Research and Adult Treatment: Co-constructing Interactions. New York: The Analytic Press (trad. it.: Infant Research e trattamento degli adulti. Un modello sistemico diadico delle interazioni. Milano: Raffaello Cortina Editore, 2003).
  2. Fivaz-Depeursinge E., Corboz-Warnery A. (1998). The Primary Triangle. New York: Basic Books (trad. it.: Il triangolo primario. Milano: Raffaello Cortina Editore, 1999).
  3. Galimberti U. (1999). Psiche e techne. L’uomo nell’età della tecnica. Milano: Feltrinelli.
  4. Galimberti U. (2008). Le cose dell’amore. Milano: Feltrinelli.
  5. Lévinas E. (2002). Dall’altro all’io. Roma: Meltemi editore.
  6. Mitchell S. (2000). Relationality: From Attachment to Intersubjectivity. New York: Analytic Press.
  7. Perls F. (1942;1947;1969). Ego, Hunger and Aggression: A Revision of Freud’s Theory and Method. London: G. Allen & Unwin, 1947; New York: Random Hause, 1969 (trad. it.: L’Io, la fame e l’aggressività. Milano: FrancoAngeli, 1995).
  8. Perls F., Hefferline R., Goodman P. (1971; 1997). Terapia e pratica della terapia della Gestalt. Vitalità e accrescimento nella personalità umana. Roma: Astrolabio (ed. or.: Gestalt Therapy. Excitement and Growth in the Human Personality. New York: The Gestalt Journal Press, 1951; 1997).
  9. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna. Milano: FrancoAngeli.
  10. Spagnuolo Lobb M. (2013). Il corpo come “veicolo” del nostro essere nel mondo. L’esperienza corporea in psicoterapia della Gestalt. Quaderni di Gestalt, XXVI, 1: 41-65., DOI: 10.3280/GEST2013-00100
  11. Spagnuolo Lobb M., Salonia G. (1986). Al di là della sedia vuota: un modello di co-terapia. Quaderni di Gestalt, 3: 11-35 (relazione presentata all’VIII Congresso Internazionale di Psicoterapia della Gestalt, Cape Cod, Massachusetts, 16-18 Maggio).
  12. Spagnuolo Lobb M., Salonia G., Sichera A. (1996). From the “Discomfort of Civilization” to “Creative Adjustment”: the Relationship Between Individual and Community in Psychotherapy in the Third Millennium. International Journal of Psychotherapy, 1, 1: 45-53 (trad. it.: Dal “disagio della civiltà” all’“adattamento creativo”: il rapporto individuo/comunità nella psicoterapia del terzo millennio. In: Spagnuolo Lobb M., a cura di, Psicoterapia della Gestalt. Ermeneutica e clinica. Milano: FrancoAngeli, 2001, 180-190; Quaderni di Gestalt, 1997, 24/25: 95-105).
  13. Stern D.N. (2006). L’implicito e l’esplicito in psicoterapia. In: Spagnuolo Lobb M., a cura di, L’implicito e l’esplicito in psicoterapia. Atti del Secondo Congresso della Psicoterapia Italiana. DVD allegato, Milano: FrancoAngeli, 28-35.
  14. Stern D.N., Bruschweiler-Stern N., Harrison A., Lyons-Ruth K., Morgan A., Nahum J., Sander L., Tronick E. (2000). Lo sviluppo come metafora della relazione. Quaderni di Gestalt, XX, 30/31: 6-21.

Margherita Spagnuolo Lobb, in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2016, pp. 25-39, DOI:10.3280/GEST2016-001003

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche