Clicca qui per scaricare

Come nasce la violenza
Titolo Rivista: WELFARE E ERGONOMIA 
Autori/Curatori: Maria Grazia Ruggerini 
Anno di pubblicazione:  2015 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 242-250 Dimensione file:  168 KB
DOI:  10.3280/WE2015-002020
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Partendo dalla constatazione che radici della violenza maschile contro le donne non sono state ancora intaccate nel profondo, nonostante le rilevanti azioni condotte su più fronti soprattutto dagli anni duemila, l’autrice ripercorre il percorso storico che ha consentito l’emersione del fenomeno e le forme di contrasto. In particolare descrive sia la nascita dei centri antiviolenza a partire dagli anni ottanta e la loro attuale diffusione e messa in rete anche con gli altri servizi di contrasto alla violenza, sia il più recente modalità di affrontare il problema della "questione maschile" che mette al centro la violenza degli uomini nelle relazioni con l’altro sesso, prevedendo anche l’apertura di centri di ascolto per uomini maltrattanti e di servizi. Conclude sottolineando la necessità non solo di azioni di sistema da parte delle istituzioni supportate da un investimento di risorse economiche ma soprattutto di operare per il cambiamento culturale nelle relazioni fra donne e uomini.


Keywords: Genere; violenza maschile sulle donne; centri antiviolenza; questione maschile; centri ascolto-servizi per uomini maltrattanti.

  1. Basaglia A., Lotti M. R., Misiti M. e Tola V. (2006). Il silenzio e le parole. ii Rapporto nazionale Rete antiviolenza tra le città Urban-Italia. Milano: FrancoAngeli.
  2. Bimbi F., Schenkel F. (2000). Cittadinanza delle donne nel contesto delle politiche europee contro l’esclusione sociale. In: Aa.Vv., Libertà femminile e violenza sulle donne: strumenti di lavoro per interventi con orientamenti di genere. Milano: FrancoAngeli.
  3. Bourdieu P. (1998). Il dominio maschile. Milano: Feltrinelli.
  4. Bozzoli A., Merelli M. e Ruggerini M. G. (2013). Il lato oscuro degli uomini. La violenza maschile contro le donne: modelli culturali di intervento. Roma: Ediesse (ii ed. 2014).
  5. De Beauvoir S. (1949). Le Deuxième Sexe. Paris: Gallimard (trad. it.: Il secondo sesso. Milano: Il Saggiatore, 1961).
  6. Leccardi C. (2014). Nuove soggettività femminili e crisi del futuro. In: Mori M. T., Pescarolo A., Scattigno A. e Soldani S., a cura di, Di generazione in generazione. Le italiane dall’Unità a oggi. Roma: Viella, pp. 375-88.
  7. Melandri L. (2011). Amore e violenza. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Merelli M. (2015). Le radici culturali dei Centri antiviolenza. L’equilibrio costante tra politica e servizio. Seminario promosso dalla Cooperativa E.V.A. 1 (Napoli, 30 marzo). --Testo disponibile al sito: http://www.edvitaly-project.unimib.it/wp-content/uploads/2015/10/Merelli-Politicita-CAV.pdf.
  9. Merelli M., Ruggerini M. G. (2014). La sicurezza nelle normative regionali di contrasto e prevenzione della violenza di genere contro le donne. Intervento al Convegno Internazionale “Quali politiche per la sicurezza?” (Perugia, novembre).
  10. Palladino R. (2015). Lavoro sociale e sguardo di genere. In: Morniroli A., a cura di, Equilibristi. Lavorare nel sociale, oggi. Torino: Ed. Gruppo Abele.
  11. Romito P. (2005). Un silenzio assordante. La violenza occultata su donne e minori. Milano: FrancoAngeli.
  12. Rubin G. (1975). The Traffic in Women: Notes on the “Political Economy” of Sex. In: Reiter Rayna R., ed., Toward an Anthropology of Women. New York: Monthly Review Press.
  13. The Boston Women’s Health Book Collective (1971). Our Bodies, Ourselves (trad. it.: Noi e il nostro corpo. Scritto dalle donne per le donne. Milano: Feltrinelli, 1974).

Maria Grazia Ruggerini, in "WELFARE E ERGONOMIA" 2/2015, pp. 242-250, DOI:10.3280/WE2015-002020

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche