Clicca qui per scaricare

L’arcipelago dei legami affettivi nell’esperienza di un giudice minorile
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori: Melita Cavallo 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 11-20 Dimensione file:  86 KB
DOI:  10.3280/MG2017-001002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nella società del terzo millennio la famiglia, intesa come ambito in cui le persone condividono la vita nella comune responsabilità educativo-assistenziale verso i bambini, è divenuta una costruzione sociale che crea e consolida relazioni affettive che possono avere una significatività molto più forte di quelle fondate sul dato biologico. Di fronte a ciò la risposta dello Stato, e in particolare della giustizia minorile, deve sempre e solo guardare all’interesse superiore del bambino, da un lato intervenendo per sottrarre il minore a quel confuso e confusivo nucleo familiare che per lui non manifesti alcun interesse, dall’altro garantendo un "giusto" riconoscimento a rapporti di filiazione esistenti nei fatti ma invisibili per il legislatore.


Keywords: Famiglia, famiglie, bigenitorialità, convivenze senza matrimonio, omogenitorialità, gestazione per altri.

Melita Cavallo, in "MINORIGIUSTIZIA" 1/2017, pp. 11-20, DOI:10.3280/MG2017-001002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche