Clicca qui per scaricare

Adottare un bambino tra timori e speranze. Qualche evidenza scientifica
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori: Réjean Tessier, Line Nadeau, George M. Tarabulsy 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  7 P. 98-104 Dimensione file:  75 KB
DOI:  10.3280/MG2017-001012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Per i genitori adottivi, soprattutto all’inizio, nei primi mesi e nel primo anno dopo l’adozione, può risultare difficile comporre l’idea del bambino immaginato con il bambino che arriva in famiglia. Costui entra all’interno della dinamica dei loro timori e delle loro speranze. Ma lo spazio dell’ignoto è ampio e difficile da circoscrivere. La maggior parte delle famiglie dopo l’arrivo del bambino tende a lasciare ai professionisti la responsabilità di formulare una diagnosi della salute fisica e mentale. Altre invece tendono a fidarsi soprattutto della propria osservazione sistematica dei comportamenti del bambino. Ciascuna sceglie il proprio modo di accoglierlo, ma alla fine è proprio all’interno di questa situazione dominata dalle incognite che genitori e bambini avviano un processo comune destinato a condurli allo stabilirsi di una relazione di fiducia e di sicurezza reciproca.


Keywords: Incognite dell’adozione, costruzione dei legami, fattori di rischio nel pre-adozione, esiti evolutivi.

Réjean Tessier, Line Nadeau, George M. Tarabulsy, in "MINORIGIUSTIZIA" 1/2017, pp. 98-104, DOI:10.3280/MG2017-001012

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche