Clicca qui per scaricare

Riflessioni sulla valutazione di un’esperienza di psicoterapia di gruppo a tempo limitato in un centro di salute mentale: un ponte tra clinica e ricerca
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Francesca Vitale, Bruno Chipi 
Anno di pubblicazione:  2016 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  22 P. 41-62 Dimensione file:  447 KB
DOI:  10.3280/GRU2016-001004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il contributo propone una riflessione su un lavoro di ricerca svolto all’interno di un Centro di Salute mentale, relativo a un’esperienza di conduzione di un gruppo psicoterapeutico a orientamento gruppoanalitico a tempo limitato. Per la valutazione del processo sono stati integrati: materiale clinico, la Griglia di Rappresentazione della Matrice di Alhin, questionario GreEThA-Q (relativo ai fattori terapeutici aspecifici) e il Questionario sul Clima di Gruppo. Per la valutazione dell’outcome è stata effettuata una valutazione pre- e una post-trattamento della SCL-90-R e della Carta di Rete e colloqui di follow-up. L’obiettivo è stato quello di monitorare, mediante l’uso di strumenti psicometrici e non, l’andamento del processo gruppale nelle diverse fasi di vita e la reale efficacia del trattamento proposto. Dall’analisi effettuata è emerso che gli strumenti selezionati possono formare un impianto di valutazione sufficientemente sensibile, ma al contempo di facile somministrazione anche all’interno di un Servizio pubblico e non solo nei luoghi della ricerca scientifica, utilizzando la pratica clinica come "laboratorio naturale". Particolare attenzione è stata posta allo strumento Carta di Rete come possibile ponte tra clinica e valutazione. Dall’analisi e dall’incrocio attento di dati oggettivi e qualitativi, la psicoterapia di gruppo a tempo limitato si conferma un dispositivo tecnico efficace ed economico per il trattamento dei pazienti.


Keywords: Carta di Rete, Gruppo a tempo limitato, Ricerca, Istituzione, Grup-poanalisi, Valutazione outcome e processo.

  1. Costantini A. (2000). Psicoterapia di gruppo a tempo limitato. Milano: McGraw-Hill.
  2. Alhin G. (1988). Reaching for the Group Matrix? Group Analysis, 18, 2: 112-120.
  3. Benedetto N. e Gianaria M. (2005). Io ho paura. Gruppo a termine per madri di pazienti fobici in età evolutiva. Gruppi, VII, 3: 71-82.
  4. Berkman L. & Kawachi I. (2000). Social Epidemiology. Oxford: Oxford University Press.
  5. Corbella S. (2003). Storie e luoghi del gruppo. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Costantini A., Picardi A., Podrasky E., Lunetta S., Ferraresi G. e Balbi A. (2002). Questionario sul clima di gruppo: validazione di una misura di processo per le psicoterapie di gruppo. Rivista di Psichiatria, 37, 1: 14-18.
  7. Dallago L., Santinello M. e Vieno A. (2004). Valutare gli interventi psicosociali. Roma: Carocci.
  8. Dazzi N., Lingiardi V. e Colli A. (2006). La ricerca in psicoterapia: modelli e strumenti. Milano: Raffaello Cortina.
  9. De Rogatis L.R. (1977). The SCL-90-R Administration and Procedure Manual I. Baltimore: Clinical Psychometric Research.
  10. Fasolo F. (2002). Gruppi che curano & gruppi che guariscono. Padova: La Garangola.
  11. Fasolo F. (2005). Psichiatria senza rete. Trattatello comico redatto per aree tema-tiche su di una distopia dei nostri tempi. Padova: Cleup.
  12. Fasolo F. (2011). Respirare il gruppo. Introduzione alla gruppoanalisi senza neu-tralità. Padova: Cleup.
  13. Fasolo F., Ambrosiano I. e Cordioli A. (2005). Sviluppi della soggettualità nelle reti sociali. Psicoterapie di gruppo e Carta di rete in psichiatria di comunità. Padova: Cleup.
  14. Fava E. e Masserini C. (2002). Efficacia delle psicoterapie nel servizio pubblico. Il contributo della ricerca valutativa alla clinica. Milano: FrancoAngeli.
  15. Foulkes S.H. (1975). La psicoterapia gruppoanalitica. Metodo e principi. Roma: Astrolabio-Ubaldini.
  16. Fuhriman A. & Burlingame G. (1994). Handbook of Group Psychotherapy: an Empirical and Clinical Synthesis. New York: John Wiley & Sons.
  17. Giorgi I., Sguazzin C., Baiardi P., Simone A. e Tesio L. (2006). Uno strumento per la valutazione dell’attività terapeutica di gruppo (GrEThA-Q). Suppl. Psicolo-gia, 28, 1: 61-70., DOI: 10.13140/2.1.1779.040
  18. Lo Verso G. (1994). Le relazioni soggettuali. Torino: Bollati Boringhieri.
  19. Lo Verso G. (2002). Il gruppo nel modello della gruppoanalisi soggettuale. In: Di Maria F. e Lo Verso G., a cura di, Gruppi. Metodi e strumenti. Milano: Raffael-lo Cortina.
  20. Lorentzen S. (2013). Group Analytic Psychotherapy: Working with Affective, Anxiety and Personality Disorders. London: Routledge.
  21. MacKenzie R.K. (1981). Measurement of Group Climate. International Journal of Group Psychotherapy, 31, 3: 287-295.
  22. MacKenzie R.K. (1997). Time-Managed Group Psychotherapy: Effective Clinical Applications. Washington: American Psychiatric Press (trad. it.: Psicoterapia breve di gruppo. Applicazioni efficaci “a tempo limitato”. Trento: Erickson, 2002).
  23. Margherita G.V. (2009). Narrazione e rappresentazione nella psicodinamica di gruppo. Teorie e tecniche. Milano: FrancoAngeli.
  24. Marogna C., Caccamo F. e Palena A. (2011). Il gruppo e il processo terapeutico tra cambiamenti ed evoluzioni. Gruppi, 13, 3: 105-119., DOI: 10.3280/GRU2011-003008
  25. Napolitani D. (1987). Individualità e gruppalità. Torino: Bollati Boringhieri.
  26. Petrella F. (1988). Il modello freudiano. In: Semi A.A., a cura di, Trattato di psi-coanalisi, teoria e tecnica. Milano: Raffaello Cortina.
  27. Vasta F.N. e Girelli R. (2013). Introduzione al volume: per approfondire la cono-scenza del gruppo omogeneo. In: Vasta F.N., Girelli R. e Gullo S., a cura di, Quale omogeneità nei gruppi? Elementi di teoria, clinica e ricerca. Roma: Al-pes Italia.
  28. Yalom I.D. (1970). The Theory and Practice of Group Psychotherapy. New York: Basic Books (trad it.: Teoria e pratica della psicoterapia di gruppo. Torino: Bollati Boringhieri, 2002).
  29. Zingarelli N. (2008). LoZingarelli2009. Vocabolario della lingua italiana. Bolo-gna: Zanichelli.

Francesca Vitale, Bruno Chipi, in "GRUPPI" 1/2016, pp. 41-62, DOI:10.3280/GRU2016-001004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche