Clicca qui per scaricare

Crescere in IPM. Il trattamento dei giovani adulti autori di reato
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DI COMUNITA’ 
Autori/Curatori: Giacomo Scattarreggia, Maria Garro 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 81-90 Dimensione file:  142 KB
DOI:  10.3280/PSC2017-001007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il trattamento dei giovani adulti all’interno delle strutture penitenziarie minorili, in seguito all’emanazione del D.L. 92/14 convertito in legge nel mese di agosto dello stesso anno, impone una riflessione e un’analisi sulle opportune modalità trattamentali non solo per i soggetti minorenni ma anche per giovani adulti tra i 18 e i 25 anni. Confrontarsi, infatti, con l’esigenza di rispondere in modo adeguato ai bisogni di una nuova tipologia di utenza è il principale compito dell’educatore penitenziario che necessita di programmi di formazione per acquisire competenze specifiche e costruire idonei percorsi trattamentali. Questi, se dotati di senso e rispondenti alle necessità di crescita dell’utenza, connotano infatti il tempo della detenzione come percorso finalizzato sia al reinserimento sociale sia al raggiungimento di una cittadinanza piena.


Keywords: Minori, giustizia minorile, educatore, trattamento

  1. Collicelli C., Frisanco R., Salvatori G. (2014). Osservazioni conclusive. In Giustizia minorile e giovani adulti. Roma: Gangemi.
  2. Comazzi D., Bignamini S. (2004). La fine dell’adolescenza e il giovane adulto. In Maggiolini A., Pietropolli Charmet G. Manuale di psicologia dell’adolescenza. Milano: FrancoAngeli.

Giacomo Scattarreggia, Maria Garro, in "PSICOLOGIA DI COMUNITA’" 1/2017, pp. 81-90, DOI:10.3280/PSC2017-001007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche