Clicca qui per scaricare

Globalizzazione ed evoluzione dell’identità distrettuale: quale ruolo per il capitale sociale territoriale?
Titolo Rivista: ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE  
Autori/Curatori: Francesca Gambarotto, Stefano Solari 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  9 P. 76-84 Dimensione file:  210 KB
DOI:  10.3280/ES2017-002007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Scopo del presente lavoro è quello di richiamare l’attenzione sul concetto di capitale sociale, elemento fondante la definizione teorica di distretto industriale. I processi in atto - globalizzazione e crescita della struttura digitale dei sistemi economici - stanno modificando radicalmente la struttura locale delle relazioni produttive tra imprese; da un lato le imprese cercano nuove reti di relazioni per poter ampliare i loro mercati di sbocco, dall’altro sono impegnate nella creazione di un nuovo vantaggio competitivo. La riflessione è centrata sull’impatto di questi cambiamenti sull’organizzazione produttiva locale e sul ruolo giocato dagli attori pubblici e privati. Viene brevemente presentato il caso studio di Montebelluna.


Keywords: Capitale sociale, Italia, organizzazione della produzione, vantaggio competitivo
Jel Code: L23, L26, P25

  1. Becattini G. (1990). The Marshallian District as a Socio-Economic Notion. In: Pike F. and Sengenberger W., eds. Industrial districts and inter-firm cooperation in Italy. Genève: IILS - International Institute for Labour Studies.
  2. Becattini G. (2000). Il distretto industriale: un nuovo modo di interpretare il cambiamento economico. Torino: Rosenberg& Sellier.
  3. Floridi L. (2016) The Fourth Revolution How the Infosphere Is Reshaping Human Reality. Oxford (Usa): Oxford University Press.
  4. Gambarotto F. e Maggioni M. (2003) Localizzazione e agglomerazione produttiva: L’analisi territoriale dei mercati del lavoro. In: Lucifora C., a cura di. Mercato, Occupazione e Salari: la ricerca sul lavoro in Italia. Milano: Mondadori.
  5. Gambarotto F., Rangone M. e Solari S. (2002). Competenze, attori, istituzioni: le forme dell’apprendimento collettivo nel milieu dell’occhiale e della scarpa sportiva. In: Camagni R. e Capello R., a cura di. Apprendimento collettivo e competitività territoriale. Milano: FrancoAngeli.
  6. Hirschman A. (1984). Against Parsimony, three Easy Ways of Complicating some Categories of Economic Discourse. American Economic Review, 74(2): 84-96.
  7. Marangoni G. and Solari S. (2006). Flexible Specialization 20 years on: how the “Good” Industrial Districts in Italy have Lost their Momentum. Competition and Change, 10(1): 73-87.
  8. Mistri M. and Solari S. (2003). Behavioural Rules in Industrial Districts: Loyalty, Trust and Reputation. In: Belussi F., Gottardo G. and Rullani E., eds. The Technological Evolution of Industrial Districts. Boston: Kluwer.
  9. Fondazione Museo dello Scarpone (2012). Progetto Osservatorio Economico-Territoriale. Report consistenza economica 2009-2010.
  10. Solari S. (2002). Fiducia e capitale sociale nell’analisi economica della regolazione locale. In: Camagni R., Fiorentini R. e Mistri M., a cura di. Scritti in memoria di Eugenio Benedetti. Padova: Cedam.
  11. Williamson O.E. (1993). Calculativeness, Trust and Economic Organization. Journal of Law & Economics, 36(1): 453-486.

Francesca Gambarotto, Stefano Solari, in "ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE " 2/2017, pp. 76-84, DOI:10.3280/ES2017-002007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche