Clicca qui per scaricare

Procedimento amministrativo e giudizio civile in materia di protezione internazionale: formazione della prova, principio di oralità e ascolto del richiedente minorenne
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori: Maurizio Veglio 
Anno di pubblicazione:  2017 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 128-137 Dimensione file:  96 KB
DOI:  10.3280/MG2017-003012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il palinsesto emotivo che descrive le audizioni dei richiedenti asilo - diffidenza, tensione, speranza, strumentalizzazione - si arricchisce, nel caso di richiedenti minorenni, di tonalità ancora più ambigue. Sebbene questi ultimi siano destinatari di previsioni di tutela, la relazione con l’esaminatore, già fortemente condizionata in partenza, perde anche il crisma della vicinanza generazionale, sbilanciandone ulteriormente l’inerzia. Il richiedente - colui che teme, per definizione normativa - che si presenta al cospetto del decisore è quindi realmente minus, indebolito, talvolta annientato da privazioni materiali e culturali, analfabetismo, disorientamento e precedenti esperienze de-umanizzanti. L’articolo esplora complessità e sfide dell’onere di cooperazione istruttoria assegnato all’esaminatore, amministrativo come giudiziario, chiamato a restituire voce al richiedente - specialmente se minore - ascoltandone parole e silenzi.


Keywords: Minori stranieri non accompagnati, protezione internazionale, audizioni, onere probatorio.

Maurizio Veglio, in "MINORIGIUSTIZIA" 3/2017, pp. 128-137, DOI:10.3280/MG2017-003012

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche