La psicosensorialità nell’intimità psicoanalitica

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Jacqueline Amati Mehler
Anno di pubblicazione: 2017 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 6 P. 55-60 Dimensione file: 140 KB
DOI: 10.3280/PSI2017-002005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’autrice affronta il tema dell’intimità nell’ambito del processo psicoanalitico che si sviluppa quando paziente e analista condividono lo stesso spazio reale nell’ambito dello studio dell’analista. I frammenti clinici presentati dimostrano l’importanza delle comunicazioni che si esprimono attraverso il silenzio e le manifestazioni corporee. Il setting analitico condiviso è fondamentale per garantire la comprensione di comunicazioni non sempre veicolate tramite la parola. Per questi motivi, la "skype analisi", contraddicendo gli aspetti fondamentali della nostra professione, sembra essere un vero ossimoro.

  1. Amati Mehler J. (2000). Psicoanalisi: teoria e tecnica oggi. Psicoanalisi, 4, 1: 39-58.
  2. Bleger J. (2010 [1967]). Simbiosi e ambiguità. Studio psicoanalitico. Petrilli M.E., Rosetti M. (eds.). Traduzione di Antonella Donazzan. Roma: Armando Editore.
  3. Isaacs Russell G. (2017 [2015]) Psicoanalisi attraverso Lo Schermo. I limiti delle terapie online. Roma: Astrolabio.

Jacqueline Amati Mehler, La psicosensorialità nell’intimità psicoanalitica in "PSICOANALISI" 2/2017, pp 55-60, DOI: 10.3280/PSI2017-002005