Clicca qui per scaricare

Guerra e politiche sociali: il caso italiano e un primo confronto con quello tedesco
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori: Maurizio Ferrera, Luigi Vergallo 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: 159 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 181-204 Dimensione file:  86 KB
DOI:  10.3280/SS2018-159007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il dibattito storico e politologico ha a lungo considerato il rapporto fra guerra e politiche sociali in termini di trade-off. La prima, soprattutto se prolungata, tende a"spiazzare" le seconde, soprattutto a causa dei nuovi imperativi di spesa. La letteratura più recente ha però adottato una prospettiva più sfumata: allargando l’orizzonte temporale e comparativo dell’analisi, alcuni nuovi lavori hanno messo in luce come la guerra possa in alcuni casi fungere da vero e proprio catalizzatore delle politiche di welfare. L’Italia non fa eccezione in questo panorama. In questo saggio gli autori si concentrano sui periodi 1915-1919 e 1943-1948, illustrando gli ambiziosi progetti elaborati sulla scia della Guerra e cercando le ragioni che promossero tali elaborazioni, prima, e ne determinarono il fallimento politico, successivamente. Nel ricostruire queste due giunture critiche nello sviluppo del welfare italiano tratteggiano anche la più generale cornice di questo sviluppo dai suoi esordi agli anni Cinquanta, tentando di delineare al contempo una prima ipotesi comparativa col caso tedesco.


Keywords: Welfare, warfare, guerra, politiche sociali, società del benessere.

  1. Alber J. (1983), L’espansione del welfare state in Europa occidentale: 1900-1975, in «Rivista italiana di Scienza Politica», n. 2, pp. 203-260.
  2. Baldwin P. (1990), The Politics of Social Solidarity. Class Bases of the European Welfare States 1875-1975, Cambridge, Cambridge University Press.
  3. Battilani P., Benassi C. (2013), Introduzione a Consumare il welfare. L’esperienza italiana del secondo Novecento, Bologna, il Mulino.
  4. Cabibbo E. (1994), I partiti politici e la previdenza sociale in Italia, in «Rivista degli infortuni e delle malattie professionali», 1944, 1, pp. 13-27.
  5. Castles F.G. (2010), Black Swans and Elephants on the Move: The Impact of Emergencies on the Welfare State, in «Journal of European Social Policy», 20, pp. 91-101.
  6. Cherubini A. (1977), Storia della previdenza sociale, Roma, Editori Riuniti.
  7. Cherubini A., Piva I. (1998), Dalla libertà all’obbligo. La previdenza sociale fra Giolitti e Mussolini, Milano, FrancoAngeli.
  8. Cimorelli D., Villari A. (a cura di) (2015), La grande guerra. Società, propaganda, consenso, Cinisello Balsamo, Silvana editore.
  9. Commissione per la Riforma della Previdenza Sociale (CRPS) (1984), Rapporto sui lavori della Commissione, Roma, Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale.
  10. Commissione Reale per il Dopoguerra (1920), Studi e proposte della prima sottocommissione, Roma, Tipografia Artigianelli.
  11. Conti F., Silei G. (2005), Breve storia dello Stato sociale, Roma, Carocci.
  12. Coppini M.A., Emanuelli F., Petrilli G. (1948), Il costo della riforma della previdenza sociale, in «Rivista degli infortuni e delle malattie professionali», 2, pp. 367-445.
  13. Delogu S. (1967), Sanità pubblica, sicurezza sociale e programmazione economica, Torino, Einaudi.
  14. Falchero A.M. (1991), La «Commissionissima». Gli industriali ed il primo dopoguerra, Milano, FrancoAngeli.
  15. Ferrera M. (1984), Il welfare state in Italia. Sviluppo e crisi in prospettiva comparata, Bologna, il Mulino.
  16. Ferrera M. (1993), Modelli di solidarietà, Bologna, il Mulino.
  17. Ferrera M., Fargion V., Jessoula M. (2013), Alle origini del welfare all’italiana, Padova, Marsilio.
  18. Flora P. (a cura di) (1983-1987), State, Economy and Society in Western Europe, 1815-1975, Francoforte, Campus Verlag, 1983 (vol. 1) e 1987 (vol. 2).
  19. Frerich J., Frey M. (1993), Handbuch der Geschichte der Sozialpolitik in Deutschland. Band 1: Von der vorindustriellen Zeit bis zum Ende des Dritten Reiches, Monaco-Vienna, Oldenbourg.
  20. Gaeta L., Viscomi A. (2007), L’Italia e lo Stato sociale, in Gerhard Ritter, Storia dello Stato sociale, Roma-Bari, Laterza, pp. 227-276.
  21. Gal J. (2007), The Puzzling Warfare-Welfare Nexus, in «War & Society», 26, 1, pp. 99-118.
  22. Giorgi C. (2004), La previdenza del regime. Storia dell’Inps durante il fascismo, Bologna, il Mulino.
  23. Giorgi C. (2012), Politiche sociali e fascismo nel dibattito storiografico, in P. Mattera (a cura di), Momenti del welfare in Italia. Storiografia e percorsi di ricerca, Roma, Viella.
  24. Girotti F. (1998), Welfare state. Storia, modelli e critica, Roma, Carocci.
  25. Gustapane E. (1989), Le origini del sistema previdenziale: la Cassa nazionale di previdenza per l’invalidità e per la vecchiaia degli operai, in «Previdenza sociale», 1, pp. 35-98.
  26. Ilari V. (1989-1990), Storia del servizio militare in Italia. Vol. 1: Dall’ordinanza fiorentina di Machiavelli alla costituzione dell’esercito italiano, 1506-1870; Vol. 2: La nazione armata, 1871-1918, Roma, Centro militare di studi strategici.
  27. Inaudi S. (2012), Le politiche assistenziali nel regime fascista, in P. Mattera (a cura di), Momenti del welfare in Italia. Storiografia e percorsi di ricerca, Roma, Viella.
  28. Kasza G.J. (2002), War and Welfare Policy in Japan, in «Journal of Asian Studies», 61, 2, pp. 417-435.
  29. Labanca N. (2002), L’istituzione militare in Italia: politica e società, Milano, Unicopli.
  30. Maier C. (1981), The Two Postwar Eras and the Conditions for Stability in Twentieth-Century Western Europe, in «American Historical Review», 86, 2, pp. 327-352.
  31. Mattera P. (2012), All’alba della Repubblica: i progetti di riforma sociale degli anni Quaranta e la “Commissione d’Aragona”, in P. Mattera (a cura di), Momenti del welfare in Italia. Storiografia e percorsi di ricerca, Viella, Roma.
  32. Mazzini F. (1980), Il sistema previdenziale in Italia fra riforma e conservazione, in Amministrazione pubblica e istituzioni finanziarie, a cura di A. Orsi Battaglini, Bologna, il Mulino, pp. 447-553.
  33. Miller S. (1974), Burgfrieden und Klassenkamf: Die deutsche Sozialdemokratie im Ersten Weltkrieg, Düsseldorf, Droste Verlag.
  34. Minesso M. (a cura di) (2007), Stato e infanzia nell’Italia contemporanea. Origini, sviluppo e fine dell’Onmi 1925-1975, Bologna, il Mulino.
  35. Minesso M. (a cura di) (2011), Welfare e minori. L’Italia nel contesto europeo del Novecento, Milano, FrancoAngeli.
  36. Obinger H., Pedersen K. (2015), Mass Warfare and the Welfare State. Causal Mechanisms and Effects, in «British Journal of Political Science», 1, pp. 1-25.
  37. Obinger H., Pedersen K., Starke P. (in corso di pubblicazione), Warfare and Welfare, Military Conflict and Welfare State Development in Western Countries, Cambridge, Cambridge University Press.
  38. Ortaggi Cammarosano S. (2009), Donne, lavoro, Grande Guerra (Saggi. II. 1982-1999), Milano, Unicopli.
  39. Paci M. (1984), Il sistema italiano di welfare fra tradizione clientelare e prospettive di riforma, in U. Ascoli (a cura di), Welfare state all’italiana, Roma-Bari, Laterza, pp. 297-325.
  40. Procacci G. (2013), Warfare-welfare. Intervento dello Stato e diritti dei cittadini (1914-18), Roma, Carocci.
  41. Rapini A. (2012), Il discorso politico di Luigi Rava: lavoro, democrazia, riforma sociale, in P. Mattera (a cura di), Momenti del welfare in Italia. Storiografia e percorsi di ricerca, Roma, Viella.
  42. Recker M.L. (1985), Nationalsozialistische Sozialpolitik im Zweiten Weltkrieg, München, Oldenbourg.
  43. Reidegeld E. (2006), Staatliche Sozialpolitik in Deutschland. Band II: Sozialpolitik in Demokratie und Diktatur 1919-1945, Wiesbaden, VS Verlag für Sozialwissenschaften.
  44. Riesenberger D. (1994), Zur Professionalisierung und Militarisierung der Schwestern vom Roten Kreuz vor dem Ersten Weltkrieg, in «Militärgeschichtliche Mitteilungen», 53, pp. 49-72.
  45. Sartori G. (2004), Parties and Party Systems, Cambridge, Cambridge University Press.
  46. Sepe S. (1999), Le amministrazioni della sicurezza sociale nell’Italia Unita (1861-1998), Milano, Giuffrè Editore.
  47. Serrani D. (1978), Il potere per enti. Enti pubblici e sistema politico in Italia, Bologna, il Mulino.
  48. Silei G. (2000), Welfare State e socialdemocrazia. Cultura, programmi e realizzazioni in Europa occidentale dal 1945 ad oggi, Manduria-Bari-Roma, Piero Lacaita Editore.
  49. Soresina M. (2015), Sanità pubblica (all. C), in «Storia Amministrazione Costituzione», Annale Isap, 23, pp. 179-224.
  50. Stolleis M. (2003), Geschichte des Sozialrechts in Deutschland, Stuttgart Lucius & Lucius.
  51. Titmuss R.M. (1976), Problems of Social Policy. London, Kraus reprint (ed. or. 1950).
  52. Wilensky H.L. (1975), The Welfare State and Equality, Berkeley, University of California Press.

Maurizio Ferrera, Luigi Vergallo, in "SOCIETÀ E STORIA " 159/2018, pp. 181-204, DOI:10.3280/SS2018-159007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche