Clicca qui per scaricare

Pena, punizione e riparazione nel processo penale minorile. Uno studio valutativo sui risultati degli interventi di mediazione
Titolo Rivista: RICERCHE DI PSICOLOGIA  
Autori/Curatori:  Giancarlo Tamanza, Ettore De Angeli, Marialuisa Gennari 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  0 P. 499-513 Dimensione file:  48 KB
DOI:  10.3280/RIP2018-003011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il processo penale minorile assume in Italia una "configurazione speciale", protesa verso il recupero e la riabilitazione del minore e ad evitare che le sanzioni irrogate producano effetti distruttivi nella sua evoluzione psicosociale (DPR 488/88). Per tale ragione i diversi istituti previsti e l’organizzazione processuale stessa sono ispirati più ad una logica riparativa che ad una logica punitiva. Ciò determina che solo in una misura limitata ed estrema il processo si chiuda con l’irrogazione e la successiva esecuzione di una pena e che invece si faccia prevalentemente ricorso ad altri istituti che già nel corso del procedimento favoriscano l’avvio di un percorso riabilitativo. In questo quadro da un paio di decenni è stata introdotta in numerosi distretti giudiziari la pratica della Mediazione Penale. Il contributo presenta i risultati di una ricerca valutativa sui risultati ottenuti attraverso un intervento sperimentale di Mediazione Penale realizzato in un distretto giudiziario del Nord Italia. I risultati dell’indagine condotta consentono di identificare alcuni fattori e condizioni di esercizio associati all’esito dell’intervento ed anche elementi che contribuiscono a delinearne la specificità e le implicazioni di ordine psicologico. I risultati più significativi sono due. Da un lato è stata verificata una buona efficacia degli interventi, ma - allo stesso tempo - alcune importanti criticità nella loro messa in opera. Al di là della quota molto limitata di situazioni che pur essendo state inviate dalla magistratura non hanno mai avuto accesso al servizio (nel 6.0% dei casi la vittima o l’autore del reato non si sono resi disponibili nemmeno per effettuare il colloquio informativo e preliminare) è stato rilevato che solo nel 57.1% dei casi avviati è stato possibile portare a compimento il percorso (cioè realizzare l’incontro diretto tra l’autore del reato e la persona offesa): in queste situazioni l’esito è stato positivo nel 78,5% dei casi. Nel 42.9% dei casi, invece, l’intervento è stato interrotto dopo la fase preliminare (in cui la vittima e l’autore del reato sono stati incontrati individualmente).


Keywords: Giustizia riparativa, mediazione penale minorile, intervento clinico- sociale, ricerca valutativa.

  1. Accordini, M., & Saita, E. (2018). Penitentiary institution. transforming processes and well-being. World Futures., 10.1080/02604027.2018.1445909DOI: 10.1080/02604027.2018.1445909
  2. Gennari, M., Giuliani, C., & Accordini, M. (2017). Muslim Immigrant Men’s and Women’s Attitudes Towards Intimate Partner Violence. Europe’s Journal of Psychology, 13, 688-707.
  3. Lidòn, V., Pilar, J., & Arantxa, G., (2014). Effect of Victim-Offender Mediation versus Dispositions on Youth Recidivism: The role of risk level. Journal of Forensic Psychology Practice, 14, 302-316., 10.1080/15228932.2014.950508DOI: 10.1080/15228932.2014.950508
  4. Mastropasqua, I., & Buccellato, N., (2013). Primo Rapporto Nazionale sulla mediazione penale minorile. Milano: Gangemi
  5. Melita, C. (2007). Linee guida sulla mediazione penale. Mediares, 10, 279-295.
  6. Molgora, S., Fusar Poli, C., Marzotto, C., & Tamanza, G. (2017). Putting Words to the Experience: An Italian Group Intervention for Children of Separated Parentes. Journal of Divorce and Remarriage, 58, 134-144., 10.1080/10502556.2016.1268025DOI: 10.1080/10502556.2016.1268025
  7. Morineau, J. (1998). Lo spirito della mediazione. Milano: FrancoAngeli
  8. Morineau, J. (2008). Médiateur de l’âme - Le combat d’une vie pour trouver la paix intérieure. Parigi: Nouvelle Cité.
  9. Paul, G.D., & Schenck-Hamlin, W.J. (2017). Beliefs about Victim-Offender Conferences: Factors Influencing Victim-Offender Engagement. Conflict Resolution Quaterly, 35, 47-72.
  10. Picotti, L. (1998). La mediazione nel sistema penale minorile. Padova: Cedam.
  11. Ranieri, S., Molgora, S., Tamanza, G., & Emery, R.E. (2016). Promoting Coparenting After Divorce: A Relational Perspective on Child Custody Evaluations i n I t a ly. Journal of Divorce and Remarriage, 57, 361-373., 10.1080/10502556.2016.1185204DOI: 10.1080/10502556.2016.1185204
  12. Saita, E. (2018). Penitentiary Institutions: Transforming Processes and Well-Being. World Futures,, 10.1080/02604027.2018.1445692DOI: 10.1080/02604027.2018.1445692
  13. Saita, E., & Pagano, L. (2018). Là, dove i mari si toccano: la psicologia nel sistema di esecuzione della pena. Ricerche di Psicologia, 3, 299-305.
  14. Saulnier, A., & Sivasubramaniam, D., (2015). Effects of victim presence and coercion in restorative justice: An experimental paradigm. Law and Human Behavior, 39, 378-387.
  15. Scivoletto, C., (2009). Mediazione penale minorile. Rappresentazioni e pratiche. Milano: FrancoAngeli.
  16. Tamanza, G., & De Angeli, E. (2011). Efficacia ed Efficienza degli interventi di Mediazione Penale Minorile. Rapporto di ricerca non pubblicato. Milano: Laboratorio di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore.
  17. Tamanza, G., Gozzoli, C., & Gennari, M. (2016). Revealing the Difference: Between Conflict Mediation and Law Enforcement-Living and Working Together as a Conceptual and Methodological Turning Point to Activate Transformation in a Juvenile Criminal Mediation Service. World Futures, 72, 5-6,, 10.1080/02604027.2016.1245536DOI: 10.1080/02604027.2016.1245536
  18. Umbreit, M.S., & Coates, R.B. (1992). The Impact of Mediating Victim Offender Conflict: An Analysis of Programs in Three States. Juvenile, Family Court Journal, 43, 21-28,

Giancarlo Tamanza, Ettore De Angeli, Marialuisa Gennari, in "RICERCHE DI PSICOLOGIA " 3/2018, pp. 499-513, DOI:10.3280/RIP2018-003011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche