Clicca qui per scaricare

Morte, passione e attualità del rapporto con l’oggetto
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori:  Fabrizio Rocchetto 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 105-118 Dimensione file:  167 KB
DOI:  10.3280/INT2019-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La morte si caratterizza per la perdita della vita e per la possibilità di essere descritta solo da chi sopravvive. L’analista è convocato nel proprio lavoro ad affrontare il tema della morte attraverso le associazioni dei pazienti. Lutto e morte riguardano processi psichici, ma anche esperienze concrete di vita. Nel lavoro viene affrontato il rapporto tra il vissuto dell’analista rispetto alla propria morte e il ruolo che può svolgere nella cura psicoanalitica. Secondo l’autore la qualità e la stabilità della relazione con i propri oggetti interni costituisce una chiave per cercare di affrontare e far affrontare l’esperienza della morte anche nella realtà attuale influenzata prepotentemente dalla tecnologia.


Keywords: Morte, passione, relazione, qualità, oggetto

  1. Algini M.L. (2016). Le ferite invisibili. Torino: Robin Edizioni.
  2. Baldassarro A. (2018). La passione del negativo. Milano: FrancoAngeli.
  3. Bach S. (2008). On digital consciousness and psychic death. Psychoanalytic Dialogues, 18, 6: 784-794., 10.1080/10481880802473290DOI: 10.1080/10481880802473290
  4. Balsamo M. (2017). Trasformazioni identitarie. Rivista di Psicoanalisi, 2: 437-445.
  5. Bernstein A. (1987). Love and Death: Lettin go. Modern Psychoanalysis, 12, 2: 195-206.
  6. Bordi S. (2002). Prefazione. In De Masi F. (2002). Il limite dell’esistenza. Torino: Boringhieri.
  7. Cancrini T. (2002). Un tempo per il dolore. Torino: Boringhieri.
  8. Canetti E. (2014). Il libro contro la morte. Milano: Biblioteca Adelphi, 2017.
  9. Centro Psicoanalitico di Roma (2010). Intendere la vita e la morte. Milano: FrancoAngeli.
  10. Crary J. (2013). 24/7. Il capitalismo all’attacco del sonno. Torino: Einaudi, 2015.
  11. De Masi F. (2002). Il limite dell’esistenza. Torino: Boringhieri.
  12. Fachinelli E. (2012). Su Freud. Milano: Adelphi.
  13. Ferraro F., Garella A. (2001). In-fine. Milano: FrancoAngeli.
  14. Foresti G. (2017). L’identità psicoanalitica: cinque ipotesi per un dibattito. Rivista di Psicoanalisi, 2: 381-401.
  15. Freud S. (1915a). Considerazioni attuali sulla vita e sulla morte. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri.
  16. Freud S. (1915b). Caducità. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  17. Freud S. (1917). Lutto e melanconia. OSF, vol. 8. Torino: Bollati Boringhieri, 1976.
  18. Jaques E. (1970). Morte e crisi di mezza età. In Jaques E., Kernberg O., Thompson C., L’età di mezzo. Milano: Bollati Boringhieri, 1993.
  19. Lachmann F.M. (1985). On transience and the Sense of Temporal Continuity. Contemporary Psychoanalysis, 21: 193-200., 10.1080/00107530.1985.1074577DOI: 10.1080/00107530.1985.1074577
  20. Laufer E. (1987). Suicide in adolescence. Psychoanalytic Psychotherapy, 3, 1: 1-10.
  21. Laufer M. (1995). Comprendere il suicidio: assume un particolare significato in adolescenza? In Laufer M., L’adolescente suicida. Roma: Borla, 1997.
  22. Leavy S. (2011). The last of life: psychological reflections on old age and death. Psychoan. Quarterly, LXXX, 3: 699-715.
  23. Lombardi R. (2013). Death, time and psychosis. Journal of the American Psychoanalytic Association, 61, 4: 691-726.
  24. Lussana P. (2012). Stai per morire. Rivista di Psicoanalisi, LVIII, 1: 183-184.
  25. Marzi A. (2013). Psicoanalisi, identità e internet. Milano: FrancoAngeli.
  26. Masina L. (2018). La passione dell’analista. Rivista di Psicoanalisi, LXVI, 1: 13-31.
  27. Monniello G. (2011). Le gravidanze delle adolescenti. AeP, 2: 9-11.
  28. Nicolò A.M. (2010). La relazione paradossale tra due aspetti della passione: tra creatività e distruzione. Lavoro presentato al Convegno della FEP, Londra, 2010.
  29. Nicolò A.M. (2013). Percorsi della nuova genitorialità. Lavoro presentato al Centro di Psicoanalisi Romano il 9 novembre 2012.
  30. Razinsky L. (2011). Against Death’s Representability: Freud and the Question of Death’s Psychic Presence. Psychoanalytic Study of the Child, 65: 332-357., 10.1080/00797308.2011.11800844DOI: 10.1080/00797308.2011.11800844
  31. Reeves C. (1996). Transition and transience: Winnicott on leaving and dying. Journal Child Psychotherapy, 22, 3: 444-455., 10.1080/00754179608254518DOI: 10.1080/00754179608254518
  32. Rocchetto F. (2014). Diventare soggetti ed Erosione dello spazio potenziale. Atti del Congresso della Società Psicoanalitica Italiana, Milano, 22-25 maggio 2014.
  33. Russo L. (1998). L’indifferenza dell’anima. Roma: Borla.
  34. Russo L. (2017). L’identità analitica dell’analista e i suoi paradossi. Rivista di Psicoanalisi, 2: 367-379.
  35. Sandler J. (1983). Reflections on some relations between psychoanalytic concepts an psychoanalytic pratice. The International Journal of Psycho-Analysis, 64: 35-45.
  36. Sapio M. (2011). Concepire e abortire tra fantasia e realtà. AeP, 2: 25-42.
  37. Schubert J. (2001). Between eternity and transience. The Scandinavian Psychoanalytic Review, 24: 93-100., 10.1080/01062301.2001.1059262DOI: 10.1080/01062301.2001.1059262
  38. Semi A.A. (2018). Il metodo come scoperta e la scoperta come metodo. Lavoro presentato al Centro di Psicoanalisi Romano il 21 settembre 2018.
  39. Souter K.M. (2009). The war memoirs: some origins of the thought of W. R. Bion. The International Journal of Psychoanalysis, 90, 4: 795-808.
  40. Yamamoto T. (2009). Hagakure. Il libro segreto dei Samurai. Milano: Oscar Mondadori.
  41. Winnicott C. (1997). Donald Winnicott come persona. In Bonaminio V., Giannakoulas A. (a cura di), Il pensiero di D.W. Winnicott. Roma: Armando, 2007.
  42. Winnicott D.W. (1947). L’odio nel controtransfert. In Winnicott D.W. (1958), Dalla pediatria alla psicoanalisi. Firenze: Martinelli, 1975.
  43. Winnicott D.W. (1971). Oggetti transizionali e fenomeni transizionali. In Winnicott D.W. (1971), Gioco e realtà. Roma: Armando, 1974.
  44. Ziccardi G. (2017). Il libro digitale dei morti: Memoria, lutto, eternità e oblio nell’era dei social network. Milano: UTET.

Fabrizio Rocchetto, in "INTERAZIONI" 1/2019, pp. 105-118, DOI:10.3280/INT2019-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche