Clicca qui per scaricare

L’osservazione nella psicoterapia di gruppo con adolescenti: una prospettiva intersoggettiva
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori:  Angela Sordano 
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 68-83 Dimensione file:  226 KB
DOI:  10.3280/GRU2018-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Cosa vediamo quando osserviamo un gruppo a conduzione psicodinamica con adolescenti? Il presente lavoro cerca di mettere in evidenza tre possibili prospettive di osservazione: centrata sul caso, sul gruppo come totalità, sulle interazioni intersoggettive. Questi tre livelli non si escludono e, se integrati, possono aprire nuove ipotesi sulle interrelazioni tra funzionamento individuale e gruppale. L’osservazione rappresenta lo strumento principale per comprendere ed esplorare il processo di gruppo mentre si lavora con bambini e adolescenti. Per tale ragione è necessario riflettere su come questo strumento definisce il campo osservato.


Keywords: Adolescenza, Gruppo, Psicoterapia, Intersoggettività, Psicoterapia.

  1. Ahlin G. (1988). Reaching for the Group Matrix? Group Analysis, 21, 3: 211-226., 10.1177/053331648821300DOI: 10.1177/053331648821300
  2. Benjamin J. (2018). Beyond Doer and Done to: Recognition Theory, Intersubjectivity and the Third. New York: Routledge.
  3. Berardelli S. (1990). La relazione osservativa. Napoli: Liguori.
  4. Burlingame G.M., McKenzie K.R. & Strauss B. (2004). Small Group Treatment: Evidence for Effectiveness and Mechanism of Change. In: Lambert M. (ed.). Handbook of Psychotherapy and Behaviour Change. V ed. New York: Wiley & Sons.
  5. Di Maria F. e Lo Verso G., a cura di (1995). La psicodinamica dei gruppi. Teorie e tecniche. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Evans J. (1998). Psicoterapia analitica di gruppo per adolescenti. Roma: Borla, 2001.
  7. Fivaz-Depeursinge E. e Corboz-Warnery A. (1999). Il triangolo primario. Le prime interazioni triadiche tra padre, madre e bambino. Milano: Raffaello Cortina, 2000.
  8. Fivaz-Depeursinge E. e Phillipp D.A. (2014). Il bambino e la coppia. Milano: Raffaello Cortina, 2015.
  9. Fogel A., Garvey A., Hsu H. & West-Stroming D. (2006). Change Processes in Interpersonal Relationships: A Relational Historical Approach using Eraly Mother-infant communication. Cambridge: London Press.
  10. Foulkes S.H. (1975). La psicoterapia gruppoanalitica. Metodo e principi. Roma: Astrolabio, 1976.
  11. Foulkes S.H. e Anthony E.J. (1957). L’approccio psicoanalitico alla psicoterapia di gruppo. Roma: EUR, 1998.
  12. Gallese V. & Sinigallia C. (2010). The Bodily Self as Power for Action. Neuropsychologia, 48, 3: 746-755.
  13. Gallese V. & Sinigallia C. (2011). How the Body in Action Shapes the Self. Journal of Consciuosness Studies, 8, 7-8: 117-143.
  14. Gasca G. (2012). Lo psicodramma gruppoanalitico. Milano: Raffaello Cortina.
  15. Granovetter M. (1983). The Strength of Weak Ties: A Network Theory Revisited. Sociological Theory, 1: 201-233., 10.2307/202051DOI: 10.2307/202051
  16. Guarnaccia C., Molina P., Sala N. & Sordano A. (2017). “The GIPG: Psychometric Properties of a Grid for Interactive Patterns in Children and Adolescents Group Observation”. Relazione presentata alla VI Conferenza del network italiano per la ricerca empirica sui gruppi psicodinamici. Torino, 31 marzo-1 aprile.
  17. Harpaz-Rotem I. & Blatt S.J. (2009). A Pathway to Therapeutic Change: Changes in the Self-representation in the Treatment of Adolescents and Young Adults. Psychiatry. Interpersonal and Biological Processes, 72, 1: 32-49.
  18. Heider F. (1958). The Psychology of Interpersonal Relations. New York: Wiley & Sons., 10.1037/10628-000DOI: 10.1037/10628-000
  19. Jung C.G. (1976). Gli archetipi e l’inconscio collettivo. Torino: Bollati Boringhieri, 1980.
  20. Kroegel J., Burlingame G., Chapman C., Rensshaw T., Gleave R., Beecher M. & MacNair-Semands R. (2013). The Group Questionnare: a Clinical and Empirically Derived Measure of Group Relatonship. Psychotherapy Research, 23, 3: 344-354., 10.1080/10503307.2012.72986DOI: 10.1080/10503307.2012.72986
  21. Lichtenberg J.D., Lachmann F.M. e Fosshage J.L. (1992). Il sé e i sistemi motivazionali. Verso una teoria della tecnica psicoanalitica. Roma: Astrolabio.
  22. Lo Coco G., Prestano C. e Lo Verso G. (2008). L’efficacia clinica delle psicoterapie di gruppo. Milano: Raffaello Cortina.
  23. Lys A. e Venuti P. (1996). L’osservazione nella psicologia dello sviluppo. Padova: Giunti.
  24. Mandelbrot B.B. (2001). Nel mondo dei frattali. Roma: Di Renzo.
  25. Meltzoff A.N. & Moore M.K. (1998). Infant Intersubjectivity: Broadeining the Dialogue to Include Imitation, Identity, Intention. In: Braten S., a cura di. Intersubjective Communication and Emotion in Early Ontogeny. Cambridge: London Press.
  26. Ogden T. (2008). L’arte della psicoanalisi. Sognare sogni non sognati. Milano: Raffaello Cortina.
  27. Popper K. (1935). Logica della scoperta scientifica. Torino: Einaudi, 1983.
  28. Scategni W. (1996). Psicodramma e terapia di gruppo. Spazio e tempo dell’anima. Como: Red.
  29. Sordano A. (2006). Fiaba, sogno e intersoggettività. Lo psicodramma analitico con bambini e adolescenti. Torino: Bollati Boringhieri.
  30. Stern D. (2004). Il momento presente: in psicoterapia e nella vita quotidiana. Milano: Raffaello Cortina, 2005.
  31. Trevarten C. (1979). Communication and Cooperation in Early Infancy: a Description of Primary Intersubjectivity. In: Bullowa M., a cura di. Before Speedch: the Beginning of Human Communication. London: Cambridge University Press.
  32. Tronick E.Z., Als H., Adamson L.B., Wise S. & Brazelton T.B. (1978). The Infant’s Response to Entrapment between Contradictory Message in Face-to-face Interaction. Journal of American Academy of Child Psychiatry, 17, 1: 1-13., 10.1016/S0002-7138(09)62273DOI: 10.1016/S0002-7138(09)62273
  33. Winnicott D.W. (1965). Sviluppo affettivo e ambiente. Roma: Armando, 1970.

Angela Sordano, in "GRUPPI" 1/2018, pp. 68-83, DOI:10.3280/GRU2018-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche