Recensioni
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori:  
Anno di pubblicazione:  2018 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  4 P. 187-190 Dimensione file:  141 KB
DOI:  10.3280/GRU2018-001015
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il libro si inserisce nel filone di quei contributi psicoanalitici che trattano saperi appartenenti ad altre discipline come derivati dell’inconscio, allo scopo di far progredire la ricerca psicoanalitica. L’esempio principe è la concettualizzazione dell’edificio sia come un prodotto di natura emotiva che come tentativo di comunicare tale emozione. In aggiunta, l’autore del libro si riserva di invertire la corrente dell’ispirazione, suggerendo delle vie attraverso cui il sapere psicoanalitico può giovare all’architettura. I primi capitoli sono dedicati alla discussione di alcuni temi riguardanti interno ed esterno della mente e il dialogo fra queste dimensioni. La parte centrale è dedicata a temi di interesse sia della psicoanalisi che dell’architettura (postmodernità, perturbante, fretta). Dopo alcune riflessioni di natura epistemologica, l’opera si conclude con alcune riflessioni psicoanalitiche su argomenti di prevalente pertinenza architettonica: casa, luoghi di cura, studio dell’analista. Questo lavoro viene portato avanti attraverso numerose citazioni, spesso letterali, usate come elemento essenziale di promozione di un pensiero personale che parte dalle emozioni suscitate.


Keywords: Architettura, Stanza d’analisi, Arte, Psicoanalisi applicata

  1. Bollas C. (2000). Architecture and the Unconscious. International Forum of Psychoanalysis, 9, 1-2: 25-42., 10.1080/08037060030005585DOI: 10.1080/08037060030005585
  2. Capuano M., a cura di (2006). Archettoticamente. Contaminazioni tra architettura e psicoanalisi. Numero speciale di Architetture Pisane. 5: 9-12.
  3. Freud S. (1915). L’inconscio. OSF, 8. Torino: Boringhieri.
  4. Freud S. (1938). L’uomo Mosè e la religione monoteistica. OSF, 11. Torino: Boringhieri.
  5. Friedman J.J. (1953). Psychology of the Audience in Relation to the Architecture of the Theater. Psychoanalytic Quarterly, 22, 4: 561-570., 10.1080/21674086.1953.1192592DOI: 10.1080/21674086.1953.1192592
  6. Gerald M. (2011). The Psychoanalytic Office: Past, Present, and Future. Psychoanalytic Psychology, 28, 3: 435-445.
  7. Homans P. & Jonte-Pace D. (2005). Tracking the Emotion in the Stone An Essay on Psychoanalysis and Architecture. The Annual of Psychoanalysis, 33: 261-284.
  8. Schinaia C. (2014). Il dentro e il fuori: psicoanalisi e architettura. Genova: Il Nuovo Melangolo

, in "GRUPPI" 1/2018, pp. 187-190, DOI:10.3280/GRU2018-001015

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche