Clicca qui per scaricare

L’importanza di essere fratelli
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori:  Rodolfo De Bernart, Maurizio ferrara, Stefania Pecchioli 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 119 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 9-20 Dimensione file:  76 KB
DOI:  10.3280/TF2019-119002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Gli autori propongono un intervento sul sottosistema fratelli, considerato una risorsa significativa in terapia familiare. Dopo aver esaminato la letteratura esistente sui fratelli nella famiglia normale, essi propongono due modalità terapeutiche per i fratelli ad "alto" e a "basso" accesso emotivo, con la costituzione di una vera e propria "Mente dei fratelli". Sono, infine, discussi i risultati, i limiti e le controindicazioni.


Keywords: Fratelli, risorsa, terapia familiare.

  1. Kahn M., Lewis K.G. (eds.) (1988). Siblings in Therapy. New York-London: Norton and Company.
  2. Minuchin S. (1976). Famiglia e terapia della famiglia. Roma: Astrolabio.
  3. Ascoli M. (1988). Fratelli: Funzione, relazione e crescita normale. Tesi di Laurea in Psicologia, Università di Roma.
  4. Bank S.P., Kahn M.D. (1982). The Sibling Bond. New York: Basic Books.
  5. Boszormenyj-Nagy L., Spark G.M. (1973). Invisible Loyalties. New York: Harper and Row.
  6. Bowen M. (1979). Dalla famiglia all’individuo. Roma: Astrolabio.
  7. Bowlby J. (1972). Attaccamento e perdita (1, Attaccamento). Torino: Bollati Boringhieri, 1972.
  8. de Bernart R. (1984). Anoressia mentale: la prospettiva relazionale. Bibliografia Famiglia, 1, 2: 1-4.
  9. de Bernart R. (1989). “L’Anoressia come aspetto comunicativo fra fratelli”. Atti del Convegno “Disturbi del comportamento alimentare”, Modena, 21-25 giugno.
  10. de Bernart R. (1991). “Introduzione e presentazione” a Dunn J., Plomin R., Il significato delle differenze nell’esperienza dei fratelli all’interno della famiglia. Terapia Familiare, 37: 5-7.
  11. de Bernart R. (1992). “Le risorse della gelosia. Appartenenza e separazione nel sottosistema fratelli”. Atti del V Incontro degli operatori dei servizi pubblici sull’applicazione delle tecniche relazionali “Appartenenza e separazione: teoria, psicoterapia”, Firenze, 2 febbraio, Etruria Medica, 1: 99-105.
  12. de Bernart R., Dobrowolski C., Lagnarli L. (1998). Seminario “L’importanza di essere fratelli” al Congresso Internazionale “Children and their systems”, Roma, 28 settembre-1 ottobre, non pubblicato.
  13. Dunn J. (1986). Sorelle e Fratelli. Roma: Armando.
  14. Dunn J., Kendrick C. (1987). Fratelli. Bologna: Il Mulino.
  15. Dunn J., Plomin R. (1990). Separate Lives. Why Siblings are so different. New York: Basic Books.
  16. Dunn J., Plomin R. (1991). Why are Siblings so different? The Significance of Differences in Sibling Experiences whithin the Family. Family Process, 30, 3: 271-283 (trad. it.: Il significato delle differenze nell’esperienza dei fratelli all’interno della famiglia. Terapia Familiare, 37: 5-7).
  17. Pecchioli S. (1987). “L’importanza di essere fratelli”. Tesi di Specializzazione in Psichiatria, Università di Firenze (su materiali clinici di R. de Bernart).
  18. Savier L. (1990). Des Soeurs, des Frères. Autrement, 11: 112.
  19. Scabini E. (1987). L’organizzazione famiglia tra crisi e sviluppo. Milano: FrancoAngeli.
  20. Toman W. (1976). Family Constellations. New York: Springer; Constellations fraternelles et structures familiares. Paris: ESE.
  21. Valente Torre L. (a cura di) (1989). I Gemelli. Firenze: Nuova Italia.

Rodolfo De Bernart, Maurizio ferrara, Stefania Pecchioli, in "TERAPIA FAMILIARE" 119/2019, pp. 9-20, DOI:10.3280/TF2019-119002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche