Clicca qui per scaricare

Psicologo fuori studio e ritiro sociale estremo: un intervento per la sindrome di Hikikomori
Titolo Rivista: TERAPIA FAMILIARE 
Autori/Curatori: Francesca Perrone, Tommaso Civiero 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 119 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  23 P. 39-61 Dimensione file:  118 KB
DOI:  10.3280/TF2019-119004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nell’articolo viene presentato il progetto Psicologo Fuori Studio, una modalità di intervento domiciliare per casi di grave ritiro sociale, sindrome Hikikomori e altre forme di ritiro dalle relazioni, che sempre più si manifestano durante l’adolescenza e la prima età adulta. Gli autori propongono un modello di intervento rivolto a situazioni in cui la terapia familiare appare limitata per via di difficoltà o resistenze del sotto-sistema genitoriale e dove, al contempo, il ragazzo o la ragazza ritirati non mostrano una motivazione intrinseca, sufficiente a permettere un reale ingaggio nel classico setting terapeutico individuale. Dopo un breve excursus teorico, gli autori descrivono il processo terapeutico attuato dallo Psicologo Fuori Studio, un viaggio che parte da lontano e coniuga, in modo flessibile e creativo, diversi livelli di intervento. Lo Psicologo Fuori Studio, con visite domiciliari lunghe e frequenti, inizialmente approccia con un intervento basato sulla logica del "fare insieme" e condividere esperienze, in tal modo getta le basi per una relazione intensa precursore di un’alleanza terapeutica che sarà necessaria per il cambiamento e lo sviluppo del ragazzo, restituendogli il senso delle proprie esperienze e riavviandone il percorso evolutivo. Nell’articolo sono presentate le possibili e preziose interazioni tra psicologo fuori studio e terapeuti familiari che, nei casi più riusciti, costituiscono una vera e propria équipe; vengono inoltre evidenziate le differenze con il lavoro dell’educatore e dello psicoterapeuta a domicilio.


Keywords: Ritiro sociale, Hikikomori, intervento domiciliare, adolescenza, giovane adulto, Psicologo Fuori Studio.

  1. Aurilio R., Menafro M., De Laurentis M.G.A. (2015). La terapia sistemico relazionale tra coerenza e strategia. Apprenderla e praticarla. Milano: FrancoAngeli.
  2. Bowlby J. (1988). Una base sicura. Applicazioni cliniche della teoria dell’attaccamento. Milano: Raffaelllo Cortina.
  3. Canevaro A. (2009). Quando volano i cormorani. Terapia individuale sistemica con il coinvolgimento dei familiari significativi. Roma: Borla.
  4. Cirillo S. (2005). Cattivi Genitori. Milano: Raffello Cortina.
  5. Cirillo S., Selvini M., Sorrentino A.M. (2016). Entrare in terapia. Le sette porte della terapia sistemica. Milano: Raffaello Cortina.
  6. Ciufferi M.G., Mancini F. (2011). Esperienze terapeutiche con adolescenti che si isolano. In: Sagliocco G. (a cura di), Hikikomori e adolescenza – Fenomenologia dell’autoreclusione. Milano-Udine: Mimesis Edizioni.
  7. Cocchi A., Contini A., Ambrosi P., Berlincioni V., Zanelli Quarantini F. (1987). Psichiatria a domicilio. Esperienze e modelli di intervento a confronto. Milano: FrancoAngeli.
  8. Cordiale S., Montinari G. (2012). Compagno adulto. Nuove forme dell’alleanza terapeutica con gli adolescenti. Milano: FrancoAngeli.
  9. DSM-5. Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali (2014). Milano: Raffaello Cortina.
  10. EUROSTAT (2017). Eurostat Regional Yearbook, 2017 Edition. Publications Office of the European Union.
  11. Lee Y.S., Lee J.Y., Choi T.Y., Choi J.T. (2013). Home visitation program for detecting, evaluating and treating socially withdrawn youth in Korea. Psychiatry and Clinical Neurosciences, 67: 193-202.
  12. Li Tim M.H., Wong Paul W.C. (2015). Youth social withdrawal behavior (Hikikomori): A systematic review of qualitative and quantitative studies. Australian & New Zealand Journal of Psychiatry, 49(7): 595-609., 10.1177/000486741558117DOI: 10.1177/000486741558117
  13. Mastropaolo L. (2011). Nuove patologie adolescenziali o nuove emergenze sociali? L’Hikikomori è solo giapponese? Terapia Familiare, 97., 10.3280/TF2011-09700DOI: 10.3280/TF2011-09700
  14. Kato T.A., Shinfuku N., Sartorius N. et al. (2011). Are Japan’s Hikikomori and depression in young people spreading abroad? Lancet, 378: 1070., 10.1016/S0140-6736(11)61475-DOI: 10.1016/S0140-6736(11)61475-
  15. Ranieri F. (2015). When social withdrawal in adolescence becomes extreme: The “Hikikomori” phenomenon in Italy. Psychiatria i Psychologia Kliniczna, 15: 148-151.
  16. Saito T. (1998). Hikikomori adolescence without end. University of Minnesota Press.
  17. Selvini M. (2010). Un terapeuta sistemico cacciatore e allevatore. Psicobbiettivo, vol. XXX, 1: 59-69., 10.3280/PSOB2010-00100DOI: 10.3280/PSOB2010-00100
  18. Spiniello R., Piotti A., Comazzi D. (2015). Il corpo in una stanza. Adolescenti ritirati che vivono di computer. Milano: FrancoAngeli.
  19. Teo A.R. et al. (2015). Identification of the Hikikomori syndrome of social withdrawal: Psychosocial features and treatment preferences in four countries. International Journal of Social Psychiatry, 61, 1: 64-72., 10.1177/002076401453575DOI: 10.1177/002076401453575
  20. Teo A.R., Gaw A.C. (2010). Hikikomori. A japanese culture-bound syndrome of social withdrawal? A proposal for DMS5. International Journal of Social Psychiatry, 56, 2.
  21. Vannotti M. (2016). Postfazione. In: Cirillo S., Selvini M., Sorrentino A.M., Entrare in terapia. Le sette porte della terapia sistemica. Milano: Raffaello Cortina.
  22. Yalom I. (2005). Il dono della terapia. Milano: Neri Pozza Editore.

Francesca Perrone, Tommaso Civiero, in "TERAPIA FAMILIARE" 119/2019, pp. 39-61, DOI:10.3280/TF2019-119004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche