Clicca qui per scaricare

Corrispondenze e telegrammi di Giorgio Cigliana Piazza dagli istituti di Bretton Woods (1947-1952)
Titolo Rivista: MONDO CONTEMPORANEO 
Autori/Curatori: Ilenia Pasquetti 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  22 P. 141-162 Dimensione file:  295 KB
DOI:  10.3280/MON2019-001006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Giorgio Cigliana Piazza è il delegato della Banca d’Italia a New York e, dopo l’adesione dell’Italia agli accordi di Bretton Woods, è nominato direttore esecutivo supplente al Fmi e vice governatore per l’Italia alla Birs. I suoi rapporti da Washington contribuiscono ad approfondire le conoscenze sugli anni cruciali della progressiva apertura dell’Italia alla concorrenza internazionale, della sua partecipazione al sistema di Bretton Woods e della sua collocazione nel blocco occidentale guidato dagli Stati Uniti. Nel primo paragrafo sono ricostruiti i confronti dialettici tra rappresentanti italiani e vertici del Fmi sulla politica dei cambi valutari. Il secondo paragrafo è dedicato al primo prestito della Birs all’Italia, reso possibile anche grazie ai rapporti privilegiati tra i management di Bankitalia e Birs. Il tema del terzo paragrafo è il coinvolgimento dell’Italia nel primo prestito della Banca di Eugene Black alla Jugoslavia di Tito, che apre il Mezzogiorno d’Italia a nuove prospettive di espansione commerciale.


Keywords: Giorgio Cigliana Piazza, Banca d’Italia, istituti di Bretton Woods, politica dei cambi valutari, Mezzogiorno d’Italia, Jugoslavia

Ilenia Pasquetti, in "MONDO CONTEMPORANEO" 1/2019, pp. 141-162, DOI:10.3280/MON2019-001006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche