Note sulla Lettera Aperta "Jung e gli africani"
Titolo Rivista: STUDI JUNGHIANI 
Autori/Curatori: Andrew Samuels 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 49 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  13 P. 88-100 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/jun1-2019oa7910
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


A Novembre 2018, il British Journal of Psychotherapy ha pubblicato una Lettera Aperta sul tema di Jung e gli "Africani". La Lettera Aperta, che non era una petizione, è stata firmata da 35 psicoterapeuti junghiani e accademici internazionali di diversa provenienza. I firmatari si assumono la responsabilità di occuparsi delle molte difficoltà che emergono dagli scritti di Jung sulla "razza".  Piuttosto che castigare Jung, i firmatari procedono delineando delle azioni che si potrebbero intraprendere rispetto alla "decolonizzazione" della psicologia junghiana. La Lettera Aperta viene qui pubblicata per intero. L’autore, uno dei firmatari della Lettera Aperta, fornisce alcune annotazioni che spiegano il contesto e forniscono esempi riguardo gli atteggiamenti di Jung.


Keywords: Africani, decolonizzazione, diversità, Jung, Lettera Aperta, “razza”



  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Andrew Samuels, in "STUDI JUNGHIANI" 49/2019, pp. 88-100, DOI:10.3280/jun1-2019oa7910

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche