Clicca qui per scaricare

Ripensare i servizi educativi nella prospettiva della sostenibilità: tre proposte di lavoro per coltivare ambienti capacitanti
Titolo Rivista: EXCELLENCE AND INNOVATION IN LEARNING AND TEACHING 
Autori/Curatori:  Claudio Pignalberi 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 77-91 Dimensione file:  305 KB
DOI:  10.3280/EXI2019-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


A partire dal documento dell’Agenda 2030, il contributo intende proporre un percorso di lettura rispetto alla possibile applicabilità di alcune azioni del quarto goal (istruzione di qualità) al fine di promuovere un’educazione sostenibile nei servizi educativi. Propone, in modo parti-colare, tre piste di lavoro basate sul valore dell’agency, della capacitazio-ne e della generatività per la coltivazione di ambienti educativi che inve-stano nelle pratiche sociali e sappiano meglio orientare nel discente la di-rezione(auto) degli apprendimenti.


Keywords: Agentività, capacitazione, comunità di pratica, apprendi-mento informale, pratica sociale

  1. Alessandrini, G. (2017). Atlante di Pedagogia del lavoro. Milano: FrancoAngeli.
  2. Arendt, H. (1989). Vita activa. Milano: Bompiani.
  3. Argyris, C. & Schön, D.A. (2005). Apprendimento organizzativo. Teoria, metodo e pratiche. Milano: Guerini.
  4. ASviS (2018). L’Italia e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Roma: ASviS.
  5. Binanti, L. (2014). La capacitazione in prospettiva pedagogica. Lecce-Brescia: Pensa Multimedia.
  6. Borghi, B.Q. & Guerra, L. (2007). Manuale di didattica per l’asilo nido. Roma-Bari: Laterza.
  7. Bruner, J. (1984). Autobiografia. Roma: Armando.
  8. Demetrio, D. (1990). L’età adulta. Teorie dell’identità e pedagogia dello sviluppo. Roma: La Nuova Italia Scientifica.
  9. Dewey, J. (1949). Democrazia e educazione. Firenze: La Nuova Italia.
  10. Ellerani, P. (2017). Costruire l’ambiente di apprendimento. Prospettive di cooperative learning, service learning e problem-based learning. Teramo: Lisciani Scuola.
  11. ISTAT (2019). Rapporto SDGS 2019. Informazioni statistiche per l’Agenda 2030 in Italia. Roma: Istat.
  12. Mantovani, P. (2008). Accogliere per Educare. Pratiche e saperi dei servizi per l’infanzia. Trento: Erickson.
  13. Margiotta, U. (2018). La formazione dei talenti. Tutti i bambini sono un dono, il talento non è un dono. Milano: FrancoAngeli.
  14. MIUR (2017). Piano per l’Educazione alla Sostenibilità.
  15. Nussbaum, M.C. (2011). Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica. Bologna: il Mulino.
  16. Nussbaum, M.C. (2012). Creare capacità. Liberarsi dalla dittatura del Pil. Bologna: il Mulino.
  17. OECD (2019). Trends Shaping Education 2019. Paris: OECD Publishing.
  18. ONU (2015). Trasformare il nostro mondo: l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Risoluzione dell’Assemblea Generale, 25 settembre 2015.
  19. Pignalberi, C. (2017). La dimensione informale degli apprendimenti: sviluppare “possibili” traiettorie nella direzione del lavoro. METIS, VII, 1.
  20. Rogers, C.R. (1973). Libertà nell’apprendimento. Firenze: Giunti.
  21. Sen, A.K. (2000). Lo sviluppo è libertà. Perché non c’è crescita senza democrazia. Milano: Mondadori.
  22. Tough, A. (1971). The Adult’s Learning Projects. Toronto: OISE Press.
  23. Urbani, C. (2018). Lo sviluppo professionale docente dalle competenze alla capacitazione. Un modello per la prescolastica. Milano: FrancoAngeli.
  24. Vygotskij, L.S. (1966). Pensiero e linguaggio. Firenze: Universitaria Barbera.
  25. Wenger, E. (2006). Comunità di Pratica. Apprendimento, significato e identità. Milano: Cortina Raffaello.

Claudio Pignalberi, in "EXCELLENCE AND INNOVATION IN LEARNING AND TEACHING" 1/2019, pp. 77-91, DOI:10.3280/EXI2019-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche