Clicca qui per scaricare

Il giornale nella scuola Secondaria di Secondo Grado: un’esperienza inclusiva di media education nel contesto educativo-scolastico
Titolo Rivista: EXCELLENCE AND INNOVATION IN LEARNING AND TEACHING 
Autori/Curatori: Rossana Sicurello 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 122-140 Dimensione file:  231 KB
DOI:  10.3280/EXI2019-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il progetto relativo alla realizzazione del giornale scolastico prende corpo in una scuola secondaria di secondo grado di Velletri (RM). Il percorso ha visto impegnato un gruppo di studenti supportato da una docente esperta e ha previsto: una prima fase di familiarizzazione e di analisi del-lo strumento e del linguaggio giornalistico; due fasi di attività pratiche in cui gli studenti e le studentesse prima sono stati coinvolti attivamente nel-la scelta delle rubriche e dei temi da trattare e nella redazione di testi e/o immagini correlate, poi, sono stati supportati nella strutturazione di un giornale scolastico che è stato diffuso sia in formato cartaceo che digitale.


Keywords: Competenze linguistiche, competenze mediali, giornale, inclusione, cittadinanza

  1. Batini, F. (2012). Il diario di bordo. In Bartolini A. (a cura di), Artisti dell’educazione. La professionalità educativa tra necessità e possibilità (pp. 135-152). Roma: Aracne.
  2. Bion, W. R. (1972). Apprendere dall’esperienza. Roma: Armando.
  3. Bonaiuti, G., Calvani, A., Menichetti, L., & Vivanet, G. (2017). Le tecnologie educative. Criteri per una scelta basata su evidenze. Roma: Carocci.
  4. Brown, C. (2017). Achieving evidence-informed policy and practice in education: Evidenced. Bingley, UK: Emerald Publishing Limited.
  5. Calvani, A., Fini, A., & Ranieri, M. (2011). Valutare la competenza digitale. Trento: Erickson.
  6. Caputo, A. (2011). Metodi narrativi per la formazione degli insegnanti: il diario di bordo. FOR Rivista per la formazione, 89, 95-99., 10.3280/FOR2011-089015DOI: 10.3280/FOR2011-089015
  7. Carretero, S., Vuorikari, R., & Punie, Y. (2017). DigComp 2.1: The Digital Competence Framework for Citizens. With Eight Proficiency Levels and Examples of Use. Luxembourg: Publication Office of the European Union.
  8. Ceretti, F., Felini, D., & Giannatelli, R. (2006). Primi passi nella media education. Curricolo di educazione ai media per la scuola primaria. Trento: Erickson.
  9. Commissione Europea (2010). Comunicazione della Commissione. Europa 2020. Una strategia per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva (COM(2010) 2020).
  10. Consiglio dell’Unione Europea (2018). Raccomandazione del Consiglio relativa alle competenze chiave per l’apprendimento permanente (2018/C 189/01).
  11. Ferrari, A., Neža Brečko, B., & Punie, Y. (2013). DIGCOMP: a Framework for Developing and Understanding Digital Competence in Europe. Luxembourg: Publications Office of the European Union.
  12. Hattie, J. (2012). Visible Learning for teachers. Maximizing impact on learning. New York: Routledge.
  13. Hattie, J. (2009). Visible Learning. A synthesis of over 800 meta-analyses relating to achievement. New York: Routledge.
  14. Krueger, R. A. (1994). Focus groups. A Practical Guide for Applied Research. Thousand Oaks: Sage Publications.
  15. Losito, G. (1993). L’analisi del contenuto nella ricerca sociale. Milano: FrancoAngeli.
  16. Marzano, R.J., Pickering, D., & Pollock, J.E. (2001). Classroom Instruction That Works: Research-Based Strategies for Increasing Student Achievement. Alexandria: ASCD.
  17. Nelson, J., & Campbel, C. (2017). Evidence-Informed Practice in education: meanings and applications. Educational Research, 59(2), 127-135., 10.1080/00131881.2017.1314115DOI: 10.1080/00131881.2017.1314115
  18. Parlamento Europeo e Consiglio dell’Unione Europea (2006). Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa a competenze chiave per l’apprendimento permanente (2006/962/CE).
  19. Parola, A. (2015). Il monitoraggio dei percorsi media-educativi. In Felini D., & Trichero R. (a cura di), Progettare la media education. Dall’idea all’azione, nella scuola e nei servizi educativi (pp. 159-179). Milano: FrancoAngeli.
  20. Parola, A. (2014). Media Education e valutazione. Form@re, 14(4), 50-61.
  21. Parola, A., & Trinchero, R. (2006). Come valutare i percorsi di media education. In Ceretti F., Felini D., & Giannatelli R. (a cura di), Primi passi nella media education (pp. 33-49). Trento: Erickson.
  22. Parola, A., Rosa, A., & Giannatelli, R. (2013). Media, linguaggi, creatività. Un curricolo di media education per la scuola secondaria di primo grado. Trento: Erickson.
  23. Redecker, C. (2017). European Framework for the Digital Competence of Educators: DigCompEdu. Luxembourg: Publication Office of the European Union.
  24. Trinchero, R. (2012). Costruire, valutare, certificare competenze. Milano: FrancoAngeli.
  25. Vivanet, G. (2016). Tecnologie didattiche, tra evidenze di ricerca e criticità evidenti. Le questioni in gioco. In Gola E., & Piredda G. (a cura di), Natural Born Pedagogy. Approcci filosofici e sperimentali alla pedagogia digitale. Milano: Guerini Scientifica.
  26. Vuorikari, R., Punie, Y., Carretero, S., & van den Brande, G. (2016). DigComp 2.0: The Digital Competence Framework for Citizens. Update Phase 1: The Conceptual Reference Model. Luxembourg: Publication Office of the European Union.
  27. World Economic Forum (2015). The Global Competitiveness Report 2015-2016. Geneva: World Economic Forum.
  28. Zammuner, V. L. (2003). I focus group. Bologna: il Mulino.

Rossana Sicurello, in "EXCELLENCE AND INNOVATION IN LEARNING AND TEACHING" 1/2019, pp. 122-140, DOI:10.3280/EXI2019-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche