Clicca qui per scaricare

Psicoterapia della Gestalt, adolescenza e fragilità intellettiva
Titolo Rivista: QUADERNI DI GESTALT 
Autori/Curatori: Michele Borghetto, Ilaria Benedetti 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  15 P. 73-87 Dimensione file:  213 KB
DOI:  10.3280/GEST2019-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Le persone con un Funzionamento Intellettivo Limite (FIL) hanno meno probabilità di ri-cevere cure per problemi di salute mentale dal sistema sanitario e d’istruzione, rispetto alla po-polazione generale. I problemi dell’apprendimento sono presenti nell’esperienza scolastica, spesso confusi con la pigrizia, l’immaturità o l’indolenza. Le persone con FIL sono spesso socialmente isolate, disoccupate e hanno molte difficoltà a prendersi cura di se stesse. Gli studi riportano spesso difficoltà nell’integrazione sociale e con la giustizia. Il presente articolo vuole proporre una riflessione sul ruolo della psicoterapia nel lavoro con gli adolescenti che manife-stano una fragilità a livello cognitivo. Gli adolescenti con funzionamento intellettivo limite possono sviluppare problematiche psicopatologiche e la psicoterapia può essere di aiuto per affrontare queste difficoltà relazionali ed emotive. Nello specifico, l’approccio esperienziale della psicoterapia della Gestalt è partico-larmente adatto alle peculiari caratteristiche cognitive prese in esame. Infatti, il linguaggio non rappresenta sempre il miglior modo per interagire con questo tipo di adolescenti, poiché spesso mostrano difficoltà rispetto allo sviluppo della consapevolezza di sé, a causa delle carenze in termini di pensiero astratto.


Keywords: Psicoterapia, adolescenza, funzionamento intellettivo limite, psicoterapia della Gestalt.

  1. American Psychiatric Association (2014). DSM-5, Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, Milano: Raffaello Cortina (ed. or: Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders. 5th ed. Arlington: American Psychiatric Association, 2013).
  2. Artigas Pallarés J., Rigau-Ratera E., Garcìa-Nonell C. (2007a). Capacidad de Inteligencia Límite y Disfuncón Ejecutiva. Revista de Neurología, 44, 2: 67-69.
  3. Artigas Pallarés J., Rigau-Ratera E., Garcìa-Nonell C. (2007b). Relación Entre Capacidad de Inteligencia Límite y Trastornos del Neurodesarrollo. Revista de Neurología, 44, 12: 739-744.
  4. Bexkens A., Van der Molen M.W., Annemat L., Collot d’Escury-Koenings M.L., Huizenga H.M. (2013). Interference Control in Adolescents with Mild-to-borderline Intellectual Disabilities and/or Behaviour Disorders. Child Neuropsychology, 20, 4: 398-414., 10.1080/09297049.2013.79964DOI: 10.1080/09297049.2013.79964
  5. Didden R., Embregts P., Van der Toorn M., Laarhoven N. (2009). Substance Abuse, Coping Strategies, Adaptive Skills and Behavioral and Emotional Problems in Clients with Mild to Borderline Intellectual Disability Admitted to a Treatment Facility: A Pilot Study. Research in Developmental Disabilities, 30: 927-932.
  6. Fabbrini A., Melucci A. (1992). L’età dell’oro. Adolescenti tra sogno ed esperienza. Milano: Feltrinelli.
  7. Francesetti G., Gecele M. (2010). Psicopatologia e diagnosi in psicoterapia della Gestalt. Un esempio clinico: il disturbo di panico. In: Regazzo L.D., a cura di, Ansia, che fare? Prevenzione, farmacoterapia e psicoterapia. Padova: Cleup.
  8. Hassiotis A., Tanzarella M., Bebbtington P., Cooper C. (2011). Prevalence and Predictor of Suicidal Behaviour in a Sample of Adults with Estimated Borderline Intellectual Functioning; Result from a Population Survey.Journal of affective disorders, 129: 380-384.
  9. Masi G., Mareschi M., Pfanner P. (1998). Adolescents with Borderline Functioning; Psychopathological Risk. Adolescence, 33, 130: 415-424.
  10. McConville M. (1995). Adolescence: Psychotherapy and the Emergent Self.San Francisco, CA: Jossey-Bass Publishers.
  11. McConville M., Wheeler, G., a cura di (2001). The Heart of Development: Gestalt Approaches to Working with Children, Adolescents and Their Worlds. Volume II: Adolescence. Hillsdale, NJ: GestaltPress.
  12. McGillivray J.A., Kershaw M.M. (2013). The Impact of sSaff Intiated Referal and Intervention Protocols on Symptoms of Depression in People with Mild Intellectual Disabilities. Research in developmental disabilities, 34: 730-738.
  13. Romano R.G. (2004). Ciclo di vita e postmodernità tra fluidità e confusione. In: Romano R.G., a cura di, Ciclo di vita e dinamiche educative nella società postmoderna. Milano: FrancoAngeli.
  14. Rose E., Bramham J., Young S., Paliokostas E., Xenitidis K. (2009). Neuropsychological Characteristic of Adults with Comorbid ADHD and Borderline/Mild Intellectual Disability. Research in Developmental Disabilities, 30: 496-502.
  15. Spagnuolo Lobb M. (2011). Il now-for-next in psicoterapia: la psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna. Milano: FrancoAngeli.
  16. Van der Meere J.J., Van der Meer D.-J., Kunert H.J., Borger N., Pirila S. (2008). Impulsive Responses in Children with Conduct Disorder and Borderline Intellectual Functioning. Child Neuropsychology, 14: 178-194., 10.1080/0929704070166028DOI: 10.1080/0929704070166028

Michele Borghetto, Ilaria Benedetti, in "QUADERNI DI GESTALT" 1/2019, pp. 73-87, DOI:10.3280/GEST2019-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche