Clicca qui per scaricare

La bottega della psichiatria: l’operare psichiatrico a quarant’anni dalla Legge 180
Titolo Rivista: PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE 
Autori/Curatori:  Antonio Maria Ferro 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 497-504 Dimensione file:  49 KB
DOI:  10.3280/PU2019-003007
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Vi è un massimo comun divisore che attraversa la psichiatria umanistica da Conolly a Bion, a Ba-saglia e a tanti altri colleghi intervenuti anche nel dibattito che la rivista Psicoterapia e Scienze Umane ha sviluppato a partire dai quarant’anni della legge 180 che ha sancito il superamento de-gli Ospedali Psichiatrici. Il massimo comun divisore è rappresentato da una cultura dell’accoglienza rispettosa e ricca affettivamente, e dalla capacità di comprendere e di curare an-dando al di là di una mera psichiatria classificatoria centrata sul sintomo. Vengono discussi due concetti: quello della "bottega della psichiatria", aperta sulla piazza che non ama cornici troppo rigide e si alimenta nella relazione col mondo circostante, e quello di una psichiatria come discipli-na di confine tra molteplici saperi ed esperienze, specialista soprattutto nella relazione con "l’Altro" (paziente, istituzione, discipline medico-biologiche, psicologiche, sociologiche).


Keywords: Psichiatria umanistica; Bottega della psichiatria; Interventi psichiatrici di rete; Nuova uten-za psichiatrica; Psichiatria come disciplina di confine

  1. Basaglia F., Accattatis V. & Giannichedda M.G. (1979). Problemi di legislazione psichiatrica nei paesi occidentali: il caso italiano (Relazione tenuta il 30 ottobre 1979 al congresso “Psichiatria e buon governo”, Arezzo, 28 ottobre-4 novembre 1979). In: La crisi del manicomio come pratica e come ideologia. il manifesto, 11 maggio 2018 (inserto “Matti sempre da slegare”), p. 4.
  2. Bion W.R. (1962). Learning from Experience. London: Heinemann (trad. it.: Apprendere dall’esperienza. Roma: Armando, 1972).
  3. Cancrini L. (1982). Quei temerari sulle macchine volanti: studio sulle terapie dei tossicomani. Roma: NIS.
  4. Calvino I. (1988). Leggerezza. In: Lezioni americane. Milano: Grazanti, 1988, pp. 5-30.
  5. Conolly J. (1856). The Treatment of the Insane without Mechanical Restraints. London: Smith, Elder & Co.; Cambridge, UK: Cambridge University Press, 2013 (trad. it.: Trattamento del malato di mente senza metodi costrittivi. Introduzione di Agostino Pirella. Torino: Einaudi, 1976).
  6. Ferrannini L. & Ferro A.M. (1998). Dal manicomio ai Servizi: crisi dei paradigmi e critica delle istituzioni. In: AA.VV., 180: vent’anni dopo. Varazze (SV): La Redancia, 1998, pp. 121-136.
  7. Ferro A.M. (1999). Introduzione. In: Ferro & Jervis, 1999, pp. 9-11.
  8. Ferro A.M. (2007). I luoghi della cura. Psichiatria di Comunità, VI, 3: 146-151.
  9. Ferro A.M. & Porazzo S. (1989). La pratica dell’intervento psico-sociale in un servizio psichiatrico. La professionalità dell’assistente sociale. La Rivista di Servizio Sociale, 3: 41-50.
  10. Ferro A.M. & Jervis G., a cura di (1999). La bottega della psichiatria: dialoghi sull’operare psichiatrico a vent’anni dalla Legge 180. Torino: Bollati Boringhieri.
  11. Ferro A.M., Ambrosini P., Cocchi A. & Torre E. (1999). Vecchia e nuova utenza dei servizi psichiatrici. In: Asioli F., Ballerini A. & Berti Ceroni G., a cura di, Psichiatria nella comunità. Cultura e pratica. Torino: Bollati Boringhieri, 1999, pp. 297-307.
  12. Freud S. (1919). Il perturbante. Opere, 9: 81-114. Torino: Boringhieri, 1977.
  13. Napolitani D. (1999). Gruppi e gruppalità: l’individuo dentro, di fronte e attraverso il gruppo. In: Ferro & Jervis, 1999, pp. 143-154.
  14. Orsini B. (1998). 20 anni dopo. In: AA.VV., 180: vent’anni dopo. Varazze (SV): La Redancia, 1998, pp. 57-68.
  15. Rossi P. (2008). Speranze. Bologna: Il Mulino.

Antonio Maria Ferro, in "PSICOTERAPIA E SCIENZE UMANE" 3/2019, pp. 497-504, DOI:10.3280/PU2019-003007

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche