Clicca qui per scaricare

Welfare 4.0: integrare welfare pubblico, aziendale e bilaterale/contrattuale
Titolo Rivista: ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE  
Autori/Curatori: David Rossi, Fabio Streliotto, Sara Taglietti, Sabrina Toffoli 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  14 P. 58-71 Dimensione file:  316 KB
DOI:  10.3280/ES2019-002006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La crescente differenziazione dei bisogni, coniugata a difficoltà economiche e gestionali dei tradizionali sistemi di welfare state, evidenzia come cittadini, aziende, Terzo Settore e Pubblica amministrazione, oggi siano chiamati a essere protagonisti attivi nei processi di pianificazione e produzione dei servizi. Le difficoltà per la PA, da un lato, e per le aziende, in special modo le Pmi, dall’altro, a sviluppare e gestire progetti di welfare, possono essere superate ragionando in termini di ecosistema territoriale, ossia se le azioni coinvolgono tutti gli attori territoriali nell’innovazione sociale. Questo tipo di innovazione sociale comporta la sperimentazione di un nuovo modo di interpretare e governare i rapporti tra tutti i soggetti che entrano in gioco: non vi sono più fornitori e fruitori di azioni di welfare, ma tanti attori con ruoli complementari. "Welfare 4.0", di Innova S.r.l. e WelfareLab a.p.s., è uno tra i modelli che prevedono la creazione di una rete territoriale, fondato sul principio organizzativo della sussidiarietà circolare, secondo la prospettiva della responsabilità sociale condivisa e assumendo la dimensione territoriale come una risorsa generativa.


Keywords: Innovazione sociale, co-progettazione, mutualismo, sussidiarietà circolare bilateralità

  1. Becchetti L. (2017). Uno strumento per votare col portafoglio. La felicità sostenibile - Blog. la Repubblica del 20 luglio -- .
  2. Benvegnù-Pasini G., Vecchiato T. (2014). Il welfare generativo e le sue potenzialità. Studi Zancan. Politiche e servizi alle persone, 6(6): 5-12.
  3. Cesareo V., a cura di (2017). Welfare responsabile. Vita e Pensiero.
  4. Cgil - Cisl - Uil e Forum del Terzo Settore (2004). Documento di intesa in materia di politiche sociali. 26 aprile. Milano.
  5. Fornasier S., Lucchini G., Streliotto F., Vecchiato G. (2019). Welfare 4.0: Competere responsabilmente. Milano: FrancoAngeli.
  6. Orlandini M., Rago S., Venturi P. (2014). Co-produzione. Ridisegnare i servizi di welfare. Short Paper 1. aiccon cooperazione non profit. -- .
  7. Sen A.K. (1985). Commodities and Capabilities. Amsterdam - New York: Elsevier Science Pub. Co.
  8. Venturi P. (2018). Tracciare l’identità e la fiducia. Milano: Nòva Il Sole 24 Ore.
  9. Zamagni S. (2013). Impresa responsabile e mercato civile. Bologna: il Mulino.
  10. Zamagni S., Venturi P. (2017). Da Spazi a Luoghi. Short Paper 13. aiccon cooperazione non profit -- .
  11. Porter M.E., Kramer M.R. (2011). Creare valore condiviso. Come reinventare il capitalismo e scatenare un’ondata di innovazione e di crescita. Harvard Business Review Italia, 1/2: 68-84.

David Rossi, Fabio Streliotto, Sara Taglietti, Sabrina Toffoli, in "ECONOMIA E SOCIETÀ REGIONALE " 2/2019, pp. 58-71, DOI:10.3280/ES2019-002006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche