Reddito minimo tra principio lavorista ed uguaglianza sostanziale: alla ricerca di una ‘giustificazione’ costituzionale

Titolo Rivista: CITTADINANZA EUROPEA (LA)
Autori/Curatori: Tiziana Salvino
Anno di pubblicazione: 2019 Fascicolo: 1 Lingua: English
Numero pagine: 9 P. 167-175 Dimensione file: 145 KB
DOI: 10.3280/CEU2019-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

L’articolo si concentra sui principi costituzionali e sulla copertura normativa circa il reddito minimo, focalizzando l’attenzione, in particolare, sul principio di eguaglianza sostan-ziale ed il principio del diritto-dovere al lavoro, entrambi definiti fondamentali dalla Costitu-zione italiana, terminando con alcune riflessioni conclusive.

Tiziana Salvino, Reddito minimo tra principio lavorista ed uguaglianza sostanziale: alla ricerca di una ‘giustificazione’ costituzionale in "CITTADINANZA EUROPEA (LA)" 1/2019, pp 167-175, DOI: 10.3280/CEU2019-001008