Click here to download

Disagio, devianza e marginalità: un circolo inevitabile?
Journal Title: MINORIGIUSTIZIA 
Author/s: Ugo Sabatello, Federica Thomas, Giorgia Verrastro 
Year:  2019 Issue: Language: Italian 
Pages:  20 Pg. 15-34 FullText PDF:  148 KB
DOI:  10.3280/MG2019-002002
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 


Uno sviluppo antisociale in eta evolutiva rappresenta il risultato di molteplici fattori eziologici indipendenti ed interagenti, tra cui i differenti fattori ambientali, come le esperienze traumatiche relazionali precoci e quelli legati al contesto di vita. Persecutori e vittime, soprattutto in eta evolutiva, appartengono spesso alla medesima popolazione; a volte chi e vittima in un contesto (casa, scuola, gruppo) e persecutore in un altro. Le adverse childhood experiences (ACE) e gli aspetti legati agli ambienti di vita rappresentano elementi fondamentali da considerare nella diagnosi e valutazione dei minori autori di reato sia per la valutazione della responsabilita sia per l’eventuale intervento terapeutico, in cui l’interruzione del legame e la presenza di esperienze relazionali traumatiche (quali abuso, maltrattamento e neglect) vanno tenute a mente nella lettura dei loro agiti e delle loro storie, nonche della particolare fase evolutiva in cui essi si situano.
Keywords: Padolescenza, adverse childhood experiences (ACE), antisocialita, devianza, sviluppo.

Ugo Sabatello, Federica Thomas, Giorgia Verrastro, in "MINORIGIUSTIZIA" 2/2019, pp. 15-34, DOI:10.3280/MG2019-002002

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content