Esplorando il sottile confine tra reale e virtuale

Titolo Rivista GRUPPI
Autori/Curatori Marco Longo, Alessandra Furin
Anno di pubblicazione 2019 Fascicolo 2019/1 Lingua Italiano
Numero pagine 13 P. 17-29 Dimensione file 194 KB
DOI 10.3280/GRU2019-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit. Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

Anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

In questo saggio l’autore descrive il funzionamento di internet, soffermandosi in particolare sulle connessioni e le sovrapposizioni tra mondo reale e mondo virtuale, ossia un mondo invisibile che attiva fantasie e rappresentazioni personali. La vera virtualità si troverebbe allora nella nostra mente, nella rappresentazione virtuale della realtà che si sviluppa nella nostra psiche, come incontro/scontro tra mondo interno e mondo esterno. Il computer e internet vengono utilizzati in modo molto ambivalente: se da un lato promuovono una maggiore conoscenza e cultura a livello globale, dall’altro determinano abuso e dipendenza, poiché sono stru-menti che favoriscono un uso solitario e narcisistico. L’autore spiega quindi come il mondo virtuale si riverbera e si connette col nostro mondo interno, sia in modo creativo e innovativo, sia regressivo e patologico. Nel cyberspazio ogni utente è virtualmente in contatto sincronico e biunivoco con tutti gli altri "punti nodali della rete", all’interno di uno "spazio invisibile condiviso", uno "spazio topologico" multiforme e multidimensionale, in cui si percepiscono insieme la lontananza e la vicinanza, la rarefazione del vuoto e la pienezza totale, l’impotenza e l’onnipotenza, la realtà e la fantasia. Lo scritto continua con la descrizione dei social network e dei mondi virtuali: il loro successo, così come anche i loro grandi limiti e in particolare l’abuso che molti ne fanno, sono analizzabili, da un punto di vista psicologico e psicoanalitico, solo grazie a modelli di tipo gruppale e psicosociale. Si prendono poi in esame il cyberbullismo, patologia molto attuale tra gli adolescenti, e il peri-colo sempre più crescente della pedopornografia.;

Keywords:Internet, Mondo virtuale, Disturbo dissociativo da abuso del mezzo digitale, Cyberbullismo, Pedopornografia.

  1. Chiapasco E. e Cario M. (2014). Cyberbullismo dalle prime definizioni ai dati più recenti. Psychomedia Telematic Review, 11 marzo. -- Testo disponibile al sito: http://www.psychomedia.it/pm/telecomm/massmedia/chiapasco-cario.pdf
  2. Internet Watch Foundation (2016). Annual Report 2017. -- Testo disponibile al sito: https://www.iwf.org.uk/report/2016-annual-report
  3. ISTAT (2019). Indagine conoscitiva su bullismo e cyberbullismo. Audizione della Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza, 27 marzo. -- Testo disponibile al sito: https://www.istat.it/it/archivio/228976
  4. Marzi A., a cura di (2013). Psicoanalisi, Identità e Internet. Esplorazioni nel cyberspace. Milano: FrancoAngeli.
  5. Prensky M. (2001). Digital Natives, Digital Immigrants. On the Horizon, October, 9, 5: 1-6. -- https://cyberbullying.org/ DOI: 10.1108/10748120110424816
  6. Smith P.K., Mahdavi J., Carvalho M. & Tippett N. (2006). An Investigation into Cyberbullying, its Forms, Awareness and Impact, and the Relationship between Age and Gender in Cyberbullying. Research Brief No.RBX03-06. London: DfES
  7. Smith P.K., Mahdavi J., Carvalho M., Fisher S., Russell S. & Tippett N. (2008). Cyberbullying: its Nature and Impact in Secondary School Pupils. J. of Child Psychology and Psychiatry, 49, 4: 376–385
  8. Società Italiana di Pediatria (2012). Abitudini e stili di vita degli adolescenti. -- Testo disponibile al sito: https://www.dors.it/documentazione/testo/201205/ComunicatoSIP_indagine_adolescenti_def.pdf
  9. Unicef (2017). The State of the World’s Children 2017: Children in a Digital World. -- Testo disponibile al sito: https://www.unicef.org/publications/files/SOWC_2017_ENG_WEB.pdf

  • La relazione clinica mediata dallo schermo nella psicoterapia di gruppo online Ivan Ambrosiano, Vanda Druetta, Anna Pisterzi, Salvatore Gullo, in GRUPPI 2/2021 pp.91
    DOI: 10.3280/gruoa2-2020oa12583

Marco Longo, Alessandra Furin, Esplorando il sottile confine tra reale e virtuale in "GRUPPI" 1/2019, pp 17-29, DOI: 10.3280/GRU2019-001003