Clicca qui per scaricare

Lo sviluppo di uno stile analitico personale, durante il percorso di assunzione del ruolo di analista
Titolo Rivista: RICERCA PSICOANALITICA 
Autori/Curatori: Antonio Dipietro 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 33-51 Dimensione file:  208 KB
DOI:  10.3280/RPR2019-003004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Nel tentativo di esplicitare il processo di pensiero sottostante l’assunzione del paziente da parte dell’analista ho cercato di approfondire il Quando e il Come questo processo si dipana, immergendomi, senza muta, in quella complessa filigrana (di emozioni, sensazioni, pensieri) che si sviluppa in ogni nuovo incontro tra analista e paziente. L’utilizzo di una metafora "i blocchi di partenza" emersa dal percorso analitico con il sig. A, insieme alle sollecitazioni fornite dalla lettura del libro di Ogden mi hanno aiutato a percorrere un sentiero privo di riferimenti certi. L’acquisizione di uno stile analitico "personale" si forma all’interno di un percorso formativo con diversi step che, nel corso del tempo, s’intreccia al proprio stile unico ed originale. Si sviluppa così il proprio modo di essere analista che non diventa paradigma definitivo ma punto di riferimento temporaneo nel percorso di formazione e assunzione del proprio ruolo. Parlando del sig. A e delle sue tracce sparse nell’articolo, mi soffermo sul "come" i due soggetti pensano, oltre che sul "cosa" pensano, declinando la metafora dello stare sui blocchi di partenza come una opportunità che si presenta al Soggetto per uscire da una circolarità che lo porta a riprodurre il suo funzionamento storico. Una modalità che lo vede rigidamente ripiegato su se stesso, in un cortocircuito dove passato e presente si rincorrono in un moto perpetuo, nel vano tentativo di un ritorno al passato, che possa farlo rinascere nel presente.


Keywords: Stile, stile analitico personale, metafora, diventare uno psicoanalista, assunzione del paziente

  1. Bauman Z. ( 2017 ). Retrotopia. Bari-Roma: Laterza.
  2. Benasayag M. (2015). Oltre le passioni tristi. Milano: Feltrinelli Editore.
  3. Bion W.R. (1967). Note su memoria e desiderio. In: Spillius E.B., a cura di, Melanie Klein e il suo impatto sulla psicoanalisi oggi. Vol. 2: la pratica. Roma: Astrolabio Ubaldini, 1995.
  4. Bion W.R. (1987). Seminari clinici, Brasilia e S. Paolo. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  5. Borgna E. (2017). L’ascolto gentile. Racconti clinici. Torino: Giulio Einaudi Editore.
  6. Bromberg P.M. (2006). Destare il sognatore. Percorsi clinici. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  7. Ciniselli G., Forghieri M. (2017). Il Sogno, l’arte della notte. Milano: La biblioteca di Vivarium.
  8. Diatriba. (2000). In Dizionario di Italiano di Repubblica. Milano: Hoepli Editore.
  9. Ehrenberg A. (1999). La fatica di essere se stessi. Depressione e società. Milano: Piccola biblioteca Einaudi.
  10. Ferro A. (2006). Tecnica e Creatività, il lavoro analitico. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  11. Galimberti U. (2018). Nuovo Dizionario di Psicologia. Milano: Feltrinelli.
  12. Minolli M. (2009). Psicoanalisi della relazione. Milano: FrancoAngeli.
  13. Minolli M. (2015). Essere e divenire. La sofferenza dell’individualismo. Milano: FrancoAngeli.
  14. Minolli M. (2016). Che aspetti ad andartene. L’amore nella cultura iper-moderna. Roma: Alpes Italia.
  15. Mitchel S. (2003). L’amore può durare. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  16. Ogden T.H. (2007). Riscoprire la psicoanalisi. Pensare e sognare, imparare e dimenticare. Milano: CIS, 2009.
  17. Ogden T.H. (2016). Vite non vissute. Esperienze in psicoanalisi. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  18. Sandler J. (2003). Reflection on some relations between psychoanalytic concepts and psychoanalytic practice. International journal of psychoanalysis, 64: 35-45.
  19. Stile. (2000). In Dizionario di Italiano di Repubblica. Milano: Hoepli Editore.
  20. Winnicott D.W. ([1971] 1974). La paura del crollo. In Esplorazioni psicoanalitiche. Milano: Raffaello Cortina Editore.
  21. Wuehl M. (2016). Clinica Junghiana. Milano: La biblioteca di Vivarium

Antonio Dipietro, in "RICERCA PSICOANALITICA" 3/2019, pp. 33-51, DOI:10.3280/RPR2019-003004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche