Clicca qui per scaricare

Turismo sostenibile e fiscalità circolare
Titolo Rivista: RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO DEL TURISMO 
Autori/Curatori: Antonio Uricchio 
Anno di pubblicazione:  2019 Fascicolo: 27 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  25 P. 340-364 Dimensione file:  184 KB
DOI:  10.3280/DT2019-027002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


La tassazione circolare, come modello essenziale di un nuovo sistema fiscale, ben si adatta al turismo, sia perché appare idonea a limitare gli effetti di questo fenomeno sulla natura, sull'ambiente e sul patrimonio naturale, contrastando le esternalità negative che possono derivarne, sia perché può rivelarsi idonea a promuovere un turismo sostenibile e responsabile attraverso agevolazioni a beneficio di quelle attività che rispettano gli standard ambientali, garantendo la fruizione pubblica dei beni naturali e comuni. Gli enti di agevolazione fiscale possono influenzare l'economia del turismo, contribuendo alla sua crescita o declino secondo obiettivi ritenuti meritevoli (es. promozione del turismo sostenibile, turismo culturale, turismo religioso, o più in generale la qualità e competitività del settore, salvaguardando un uso efficiente e razionale delle risorse naturali e infrastrutturali, ecc.). Particolarmente dibattuta è l'introduzione di imposte speciali sulle attività turistiche, volte sia a tassare la ricchezza prodotta dalle imprese turistiche (espositori, tour operator, agenzie di viaggio e di trasporto, ecc.) sia i consumi di turisti, residenti e non residenti. In questa prospettiva, particolare importanza viene data alle tasse turistiche di natura ambientale che ben si adattano ai nuovi modelli di economia e alla tassazione circolare, nonché all'utilizzo delle tasse di scopo nel settore turistico


Antonio Uricchio, in "RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO DEL TURISMO" 27/2019, pp. 340-364, DOI:10.3280/DT2019-027002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche