Click here to download

Servizio pubblico televisivo e politiche culturali della disabilità. Modelli di un immaginario consolatorio
Journal Title: SALUTE E SOCIETÀ 
Author/s: Tito Vagni 
Year:  2020 Issue: Language: Italian 
Pages:  15 Pg. 56-70 FullText PDF:  153 KB
DOI:  10.3280/SES2020-002005
(DOI is like a bar code for intellectual property: to have more infomation:  clicca qui   and here 



Keywords: Disability; imaginary; cultural industry; critical theory; cultural policies; publicservice broadcasting.

  1. Abruzzese A. (2001). L’intelligenza del mondo. Fondamenti di storia e teoria dell’immaginario. Roma: Meltemi.
  2. Ang I. (2013). Whatching Dallas. Cultura di massa e imperialismo culturale. Roma: Armando (ed. orig. 1985).
  3. Baudrillard J. (1996). Il delitto perfetto. La televisione ha ucciso la realtà?. Milano: Raffello Cortina.
  4. Berger R. (1977). La tele-fissione. Allarme alla televisione. Roma: Edizioni paoline.
  5. Brancato S. (2003). Serialità. In: Abruzzese A., a cura di, Lessico della comunicazione. Roma: Meltemi.
  6. Buonanno M. (2006). L’età della televisione. Esperienze e teorie. Bari-Roma: Laterza.
  7. Buonanno M. (2012). La fiction italiana. Narrazioni televisive e identità nazionale. Bari-Roma: Laterza.
  8. Bourdon J. (2015). Il servizio pubblico. Storia culturale delle televisioni in Europa. Milano: Vita e Pensiero.
  9. Caprettini G.P. (2006). Dallas, essere o non essere. In: Dupont F., a cura di, Omero e Dallas. Roma: Donzelli.
  10. Censis (2010). Le disabilità tra immagini, esperienze e emotività. Roma: Fondazione Censis.
  11. Durand G. (1994). Le strutture antropologiche dell’immaginario. Bari: Dedalo (ed. orig. 1960).
  12. De Certeau M. (1980). L’invenzione del quotidiano. Roma: Edizioni Lavoro.
  13. Eco U. (1978). Il superuomo di massa. Retorica e ideologia nel romanzo popolare. Milano: Bompiani.
  14. Gozzini G. (2011). La mutazione individualista: Gli italiani e la televisione 1954-2011. Bari-Roma: Laterza.
  15. Grasso A. (2004). Storia della televisione italiana. Milano: Garzanti.
  16. Grasso A. (2007). Buona maestra. Perché i telefilm sono diventati più importanti dei libri e del cinema. Milano: Mondadori.
  17. Horkheimer M., Adorno T. (2010). Dialettica dell’illuminismo. Torino: Einaudi (ed. orig. 1956).
  18. Lull J. (2003). In famiglia davanti alla tv. Roma: Meltemi (ed. orig. 1990).
  19. Newcomb H. (1999). La televisione da forum a biblioteca. Milano: Sansoni (ed. orig. 1983).
  20. McLuhan M. (2011). Gli strumenti del comunicare. Milano: Il Saggiatore (ed. orig. 1964). Menduni E. (2015). Intrattenimento in salsa pedagocica. Un riesame critico della “veterotelevisione” italiana. In: Garofalo D., Roghi V., a cura di, Televisione. Storia, immaginario, memoria. Soveria Mannelli: Rubbettino.
  21. Mittell J. (2017). Complex TV. Teoria e tecnica dello storytelling delle serie tv. Milano: Minimum Fax (ed orig. 2015).
  22. Morin E. (2017). Lo spirito del tempo. Roma: Meltemi (ed. orig. 1962).
  23. Meyrowitz J. (1995). Oltre il senso del luogo. Come i media elettronici influenzano il comportamento sociale. Bologna: Baskerville (ed. orig. 1985).
  24. Monteleone F. (1996). Storia della radio e della televisione in Italia. Costume, società e politica. Venezia: Marsilio.
  25. Moores S. (2017). Media, luoghi e mobilità. Milano: FrancoAngeli (ed. orig. 2014).
  26. Scaglioni M. (2016). Il servizio pubblico televisivo. Morte o rinascita della RAI?. Milano: Vita e Pensiero.
  27. Vagni T. (2017). Abitare la TV. Teorie, immaginari, reality show. Milano: FrancoAngeli.

Tito Vagni, in "SALUTE E SOCIETÀ" 2/2020, pp. 56-70, DOI:10.3280/SES2020-002005

   

FrancoAngeli is a member of Publishers International Linking Association a not for profit orgasnization wich runs the CrossRef service, enabing links to and from online scholarly content