Clicca qui per scaricare

La libertà dell’immaginazione, il valore della letteratura, la donna. Azar Nafisi, Leggere Lolita a Teheran
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Cristina Bonucci 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  5 P. 145-149 Dimensione file:  123 KB
DOI:  10.3280/INT2020-001011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Leggere Lolita a Teheran è un romanzo autobiografico. L’autrice, Azar Nafisi, professo-ressa di letteratura anglo-americana a Teheran, ogni giovedì mattina riunisce, per due anni (1979-1981), le sue allieve, sette giovani donne, solo donne, nel soggiorno di casa sua, per leggere romanzieri proibiti: Nabokov, James, Austen, Fitzgerald. Gli incontri sono clandestini perché, sotto il regime dell’Ayatollah Komeini, quei libri sono considerati lo specchio della blasfema cultura occidentale.


Keywords: Censura, coercizione, letteratura, immaginazione, libertà.

Cristina Bonucci, in "INTERAZIONI" 1/2020, pp. 145-149, DOI:10.3280/INT2020-001011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche