Clicca qui per scaricare

L’affaire des bleds. La carestia napoletana nel lago borbonico
Titolo Rivista: SOCIETÀ E STORIA  
Autori/Curatori:  Annastella Carrino 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 168 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  24 P. 233-256 Dimensione file:  94 KB
DOI:  10.3280/SS2020-168002
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Per far fronte alla grave carestia napoletana del 1763-64, Tanucci chiede, fra gli altri, al console a Marsiglia, Francisco Hombrados Malo, di procurarsi grano e inviarlo nella capitale. Ma poi il ministro rifiuta di onorare le cambiali tirate dal console su di lui, sostenendo di aver revocato l’ordine di acquisto ben prima dell’invio dei carichi, e accusando Hombrados di frode in combutta con i mercanti marsigliesi da cui si è rifornito. È il punto d’innesco dell’affaire des bleds, una lunga vicenda imbarazzante, impossibile da risolvere mercantiliter e che, da un lato, assume toni politico-diplomatici, finendo per coinvolgere i tre sovrani Borbone, le loro corti, i ministri, gli ambasciatori; dall’altro, mette in campo una moltitudine di personaggi "minori", tutti in bilico fra pubblico e privato, in grado di giocare ruoli non secondari. Fallito l’arbitraggio del Supremo Magistrato del Commercio napoletano, i Borbone di Napoli e di Francia si accordano per coinvolgere un riluttante re di Spagna, che affida il caso alla Junta de Comercio y Moneda. Nel 1772, il tribunale madrileno condanna la città di Napoli al pagamento del grano e assolve il console. Ma, lungi dal chiudersi con la sentenza, l’affare si trascinerà ancora a lungo e passeranno altri dieci anni prima che i mercanti marsigliesi vedranno saldato il loro debito.


Keywords:  XVIII secolo, carestia, consoli e mercanti, corti borboniche

  1. Bourquet A. (1960), Étude sur la politique étrangère du duc de Choiseul, Paris, Plon-Nourrit.
  2. Capasso B. (1876), Catalogo ragionato dei libri, registri e scritture esistenti nella sezione antica o prima serie dell’Archivio municipale di Napoli (1387-1806), Napoli, Stab. Tip. Giannini.
  3. Carrino A. (2009), Una “folla” mercantile fra pratiche e identità: nella Marsiglia settecentesca risalendo il Tirreno, in Salvemini B. (a cura di), Lo spazio tirrenico nella grande trasformazione. Merci, uomini e istituzioni nel Settecento e nel primo Ottocento, Bari, Edipuglia, pp. 217-238.
  4. Carrino (2017), Francisco Hombrados. Un console napoletano nel Mediterraneo borbonico, in Bartolomei A:, Calafat G., Grenet M. e Ulbert J. (a cura di), De l’utilité commerciale des consuls. L’institution consulaire et les marchands dans le monde méditerranéen (XVIIe-XXe siècle), École Française de Rome-Casa de Velázquez, pp. 375-387.
  5. Carrino A. (2018), Il Levante «que tenemos à la puerta». Progetti e pratiche del commercio mediterraneo nel Regno di Napoli di secondo Settecento, in Rao A.M. (a cura di), Il Mediterraneo settecentesco, Bari, Edipuglia, pp. 93-107.
  6. Diaz F., Guerci L. (a cura di) (1975), Illuministi italiani, VI, Opere di Ferdinando Galiani, Milano-Napoli, Ricciardi.
  7. Dupont de Nemours P.S. (1790), Pacte de famille et les conventions subséquentes, entre la France et l'Espagne, Paris, Imprimérie Nationale.
  8. Fabre J. (1975), Galiani et la société française à l'époque de Louis XV, in Convegno italo-francese sul tema: Ferdinando Galiani, Roma, Accademia Nazionale dei Lincei.
  9. Galiani F. (1959), Dialogues sur le commerce des bleds, giusta l’editio princeps del 1770 con appendici illustrative di F. Nicolini, Milano-Napoli, Riccardo Ricciardi Editore.
  10. Kaplan S.L. (1976), Bread, Politics and Political Economy in the Reign of Louis XV, L’Aja, Martinus Nijhoff.
  11. Kaplan S.L. (2017), Raisonner sur les blés. Essais sur les lumières économique, Paris, Fayard.
  12. Larruga Boneta E. (1788), Historia de la Real y General Junta de Comercio, Moneda, Minas y Dependencias de Extranjeros, 10 voll., 1788.
  13. Janin F. (a cura di) (2007), Negociér sur un volcan. Dominique Vivant Denon et sa correspondence de Naples avec le comte de Vergenne (1782-785), Parigi, MAE.
  14. Marin B. (2009), Commerce du blé et politique internationale. L’affaire des grains de Marseille durant la disette de Naples (1764), in Salvemini B. (a cura di), Lo spazio tirrenico nella grande trasformazione. Merci, uomini e istituzioni nel Settecento e nel primo Ottocento, Bari, Edipuglia.
  15. Mincuzzi, R., Bernardo Tanucci ministro di Ferdinando di Borbone. 1759-1776, Bari, Dedalo, 1967.
  16. Muret P. (1902), Les papiers de l’abbé Béliardi et les relations commerciales de la France et de L’Espagne au milieu du XVIIIe siécle (1757-1770), in «Revue d’Histoire Moderne et Contemporaine», pp. 657-672.
  17. Ribalta Molas P. (1978), La Junta Général de Comercio y Moneda : La institución y los hombres, in «Revista Hispania», 1978, pp. 1-38. Ribalta Molas P. (1966), La Juntas de Comercio en la Europa Moderna, in «Anuario de historia del derecho español», n. 66, pp. 497-518.
  18. Soulange-Bodin A. (1894), La diplomatie de Louis XV et le pacte de famille, Paris, Perrin.
  19. Tanucci, B. (1969), Lettere a Carlo III di Borbone, a cura di R. Mincuzzi, Roma, Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.
  20. Tanucci B. (1985), Epistolario, vol. XI, a cura di M.G. Mariorini, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura.
  21. Tanucci B. (1994), Epistolario, 1764, vol. XIII a cura di M. Barrio, Napoli, Società Napoletana di Storia Patria.
  22. Tanucci B. (1997), Epistolario, 1763-64, vol. XII, a cura di M.C. Ferrari, Napoli, Società Napoletana di Storia Patria.
  23. Tanucci B. (2000), Epistolario, 1765-66, vol. XVI, a cura di M.G. Mariorini, Napoli, Società Napoletana di Storia Patria.

Annastella Carrino, in "SOCIETÀ E STORIA " 168/2020, pp. 233-256, DOI:10.3280/SS2020-168002

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche