Clicca qui per scaricare

Strategie e azioni di community building per contrastare la povertà educativa: gli apprendimenti del Gruppo Cooperativo CGM
Titolo Rivista: WELFARE E ERGONOMIA 
Autori/Curatori: Flaviano Zandonai, Simona Taraschi 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: Lingua: Italiano 
Numero pagine:  12 P. 129-140 Dimensione file:  400 KB
DOI:  10.3280/WE2020-001012
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il contributo proposto si basa sulla presentazione analitica e di taglio valutativo di alcune azioni progettuali di contrasto alla povertà educativa realizzate negli ultimi anni e che hanno consentito sia di rafforzare il sistema di offerta sia di promuovere comunità capaci di eserci-tare una funzione autenticamente educante. Nello specifico con "Family Hub Mondi per Crescere" (capofila consorzio Co&So, Firenze) viene presa in considerazione la figura del case manager. Il progetto "Icam" (Istituto Caute-la Attenuata Madri Detenute - Comune di Milano, Ministero della Giustizia, cooperativa so-ciale Genera) ha ricreato un contesto di "normalità" per lo sviluppo armonioso dei bambini e delle loro mamme nell’ambiente carcerario. La cura e il coinvolgimento del territorio e del-la comunità come valore per contrastare la povertà educativa sono azioni del progetto "Co-munità Santa Cecilia" (cooperativa Paolo Babini, Forlì). Infine "Passi Piccoli" (capofila cooperativa Koinè, Milano) ha utilizzato come strumento per prevenire la povertà educativa il coinvolgimento e l’inclusione di spazi e soggetti della città. L’analisi scongiunta sui quattro progetti è svolta attraverso interviste e focus group con i project manager locali in modo da approfondire anche il ruolo dei "sistemi esperti" che a livello locale orchestrano reti di servizi e azioni di community building.


Keywords: Community building; carcere; case manager; comunità; territorio; spazi della città.

  1. Consorzio PAN (2019). Il nuovo orizzonte dello 0-6. Esperienze in gioco. Firenze: Litografia IP srls. -- Testo disponibile al sito: http://www.consorziopan.it/media/2019Quaderno%20tematico4_servizi06.pdf.
  2. Demopolis (2019). Gli italiani e la povertà educativa minorile, novembre.
  3. Grande T. (2005). Che cosa sono le rappresentazioni sociali. Roma: Carocci editore.
  4. Lizzola I. (2019). Condividere la vita: legami, cura, educazione. Roma: AVE.
  5. Openpolis (2019). Le mappe della povertà educativa. -- Testo disponibile al sito: https://www.openpolis.it/wp-content/uploads/2019/11/Le-mappe-della-povert%C3%A0-educativa_.pdf.
  6. Save The Children, a cura di (2019). Il miglior inizio. Disuguaglianze e opportunità nei primi anni di vita, settembre 2019.
  7. Scaratti G. e Zandonai F., a cura di (2007). I territori dell’invisibile. Culture e pratiche di impresa sociale. Bari-Roma: Laterza.
  8. Tombari M., a cura di (2019). Pubblico, Territoriale, Aziendale – Il welfare del Gruppo Cooperativo CGM. Milano: Este.
  9. Zandonai F. (2017). Dove finisce il welfare. Dislocazione e ricomposizione place-based. Working paper 2WEL, 2

Flaviano Zandonai, Simona Taraschi, in "WELFARE E ERGONOMIA" 1/2020, pp. 129-140, DOI:10.3280/WE2020-001012

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche