Clicca qui per scaricare

Il lavoro che vorrei. Uno studio sulla capacità di aspirare dei giovani studenti napoletani
Titolo Rivista: SOCIOLOGIA DEL LAVORO  
Autori/Curatori: Ciro Cangiano, Rosalba Sarnataro 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 157 Lingua: Italiano 
Numero pagine:  16 P. 209-224 Dimensione file:  248 KB
DOI:  10.3280/SL2020-157011
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Dopo una lunga stagione in cui le categorie di rischio e di incertezza hanno dominato il panorama delle scienze sociali, negli ultimi anni il tema del futuro si è imposto nel dibattito sociologico. A testimonianza di ciò le aspirazioni, proficuo strumento di operativizzazione dell’avvenire, si sono configurate come un’imprescindibile dimensione da esplorare quando si rivolge lo sguardo in direzione dei giovani. Basandosi sull’analisi di 30 storie di vita di studenti universitari raccolte a Napoli, il contributo utilizza le aspirazioni lavorative per interrogarsi sulla relazione tra disuguaglianza e futuro. Ciò che viene messo in luce è come, nonostante la generalizzata difficoltà di guardare al "domani", a fare la differenza nel modo in cui le nuove generazioni sviluppano la propria capacità di aspirare sia la dotazione di capitale culturale, non tanto nella sua forma istituzionalizzata quanto nella sua più complessa e ampia accezione di capitale di esperienza, situato nella soggettività delle singole biografie.


Keywords: Aspirazioni lavorative, futuro, giovani, disuguaglianza

  1. Nilsen A. (1999). Where is the future? Time and space as categories in analyses of young people’s images of the future. Innovation: The European Journal of Social Science Research, 12(2): 175-194., DOI: 10.1080/13511610.1999.9968596
  2. Poli R. (2015). The Implicit Future Orientation of the Capability Approach. Futures, 71: 105-113.
  3. Poli R. (2017). Introduction to Anticipation Studies. New York: Springer.
  4. Pomian K. (1981). La crisi dell’avvenire (The Crisis of the Future). In: Romano R., a cura di, Le frontiere del tempo. Milano: il Saggiatore.
  5. Ranci C. (2002). Fenomenologia della vulnerabilità sociale. Rassegna italiana di sociologia, 4: 521-552., DOI: 10.1423/8191
  6. Rosenthal G. (2004). Biographical Research. In: Seale C., Gobo G., Gubrium J.F. e Silverman D., a cura di, Qualitative Research Practice. London: Sage.
  7. Savage M. (2000). Class Analysis and Social Transformation. Buckingham: Open University Press.
  8. Spanò A., a cura di (2017). I giovani del Sud di fronte alla crisi: Strategie di sopravvivenza e capacità di innovazione. Milano: FrancoAngeli.
  9. Spanò A. (2018). Studiare i giovani nel mondo che cambia. Concetti, temi e prospettive negli Youth Studies. Milano: FrancoAngeli.
  10. Spanò A. (2019). Giovani e lavoro: cambiamenti dei significati del lavoro in tempo di crisi. Sociologia del lavoro, 154: 203-222., DOI: 10.3280/SL2019-154011
  11. Woodman D. (2011). Young People and the Future: Multiple Temporal Orientations Shaped in Interaction with Significant Others. Young, 19(2): 111-128., DOI: 10.1177/110330881001900201
  12. Woodman D., Wyn J. (2015). Class, Gender and Generation Matter: Using the Concept of Social Generation to Study Inequality and Social Change. Journal of Youth Studies, 18(10): 1-9., DOI: 10.1080/13676261.2015.1048206
  13. Wyn J., Woodman D. (2006). Generation, Youth and Social Change in Australia. Journal of Youth Studies, 9(5): 495-514., DOI: 10.1080/13676260600805713
  14. Adam B.E. (2010). Future Matters: Challenge for Social Theory and Social Inquiry. Cultura e Comunicazione, 1: 47-55.
  15. Appadurai A. (2004). The Capacity to Aspire: Culture and the Terms of Recognition. In: Rao V. e Walton M., a cura di, Culture and Public Action. Palo Alto: Stanford University Press.
  16. Appadurai A. (2013). The Future as Cultural Fact. Essays on the Global Condition. London: Verso (trad it.: Il futuro come fatto culturale: saggi sulla condizione globale. Milano: Raffaello Cortina, 2014).
  17. Barbieri Masini E. (2012). Introduzione. Perché pensare al futuro oggi?. In: Arnaldi S. e Poli R., a cura di, La previsione sociale. Introduzione allo studio dei futuri. Roma: Carocci.
  18. Bauman Z. (2009). Vite di corsa. Come salvarsi dalla tirannia dell’effimero. Bologna: Il Mulino.
  19. Beck U. (1986). Risikogesellschaft. Auf dem Weg in eine andere Moderne. Francoforte: Suhrkamp (trad. it.: La società del rischio. Verso una seconda modernità. Roma: Carocci, 2000).
  20. Bertolini S., a cura di (2018). Giovani senza futuro? Insicurezza lavorativa e autonomia nell’Italia di oggi. Roma: Carocci.
  21. Bourdieu P. (1980). Quéstions de sociologie. Paris: Minuit.
  22. Bourdieu P. (1994). Raisons pratiques. Sur la théorie de l’action. Paris: La Seuil (trad. it.: Ragioni pratiche. Bologna: Il Mulino, 2009).
  23. Bourdieu P. (2004). Esquisse pour une auto-analyse. Paris: Raisons d’agir (trad. it.: Questa non è un’autobiografia. Elementi per un’autoanalisi. Milano: Feltrinelli, 2005).
  24. Cardano M. (2011). La ricerca qualitativa. Bologna: Il Mulino.
  25. Castel R. (1995). Les métamorphoses de la question social. Une chronique du salariat. Paris: Fayard (trad. it.: Le metamorfosi della questione sociale. Una cronaca del salariato. Avellino: Sellino Editore, 2007).
  26. Castel R. (2009). La montée des incertitudes: travail, protections, statut de l’individu. Paris: La Seuil (trad. it.: Incertezze crescenti. Lavoro, cittadinanza, individuo. Bologna: Editrice Socialmente, 2015).
  27. Cavalli A. (2007). Giovani non protagonisti. Il Mulino, 3: 464-471.
  28. Colombo E., Rebughini P., a cura di (2019). Youth and the Politics of the Present: Coping with Complexity and Ambivalence. London: Routledge.
  29. Crespi F., a cura di (2005). Tempo vola. Bologna: Il Mulino.
  30. Crompton R. (1998). Class and Classification. Cambridge: Polity Press.
  31. de Leonardis O., Deriu M., a cura di (2012). Il futuro nel quotidiano. Studi sociologici sulla capacità di aspirare. Milano: Egea.
  32. de Lillo A. (2006). Il sistema dei valori dei giovani italiani. Persistenze e mutamenti. In: Bosio A.C., a cura di, Esplorare il cambiamento sociale. Milano: FrancoAngeli.
  33. Eurispes (2019). I giovani e la loro idea di futuro. Una ricerca sociale internazionale in Russia, Polonia, Germania, Italia. Roma.
  34. Farrugia D. (2013). Young People and Structural Inequality: Beyond the Middle Ground. Journal of Youth Studies, 16(5): 679-693.
  35. Ferrari Occhionero M., Nocenzi M., a cura di (2012). I giovani e le sfide del futuro. Roma: Aracne.
  36. Jedlowski P. (2012). Il senso del futuro. I quadri sociali della capacità di aspirare. In: de Leonardis O. e Deriu M., a cura di, Il futuro nel quotidiano. Studi sociologici sulla capacità di aspirare. Milano: Egea.
  37. Jedlowski P. (2017). Memorie del futuro. Un percorso tra sociologia e studi culturali. Roma: Carocci.
  38. Leccardi C. (2008). New Biographies in the 'Risk Society'? About Future and Planning. 21st Century Society, 3(2): 119-129., DOI: 10.1080/17450140802062078
  39. Leccardi C. (2010). Tempo, politica e quotidiano nella “società dell'accelerazione”. In: Greco O., a cura di, Sotto traccia. Idee per ridare senso alla politica. Soveria Mannelli: Rubbettino.
  40. Mandich G., a cura di (2009). Quotidiano flessibile. L’esperienza del tempo nella Sardegna della New Economy. Cagliari: A&MD.
  41. Mandich G. (2012). Il futuro quotidiano: habitus, riflessività e capacità di aspirare. In: de Leonardis O., Deriu M., a cura di, Il futuro nel quotidiano. Studi sociologici sulla capacità di aspirare. Milano: Egea.
  42. Mantovani D. (2013). Aspirazioni e aspettative lavorative: giovani studenti italiani e stranieri a confronto. Quaderni di sociologia, 61: 50-75.
  43. Miceli S. (2014). La capacità di aspirare. Immagini di futuro di figli e figlie di migranti a Reggio Calabria. Cambio. Rivista sulle trasformazioni sociali, 8: 141-154., DOI: 10.1400/228748

Ciro Cangiano, Rosalba Sarnataro, in "SOCIOLOGIA DEL LAVORO " 157/2020, pp. 209-224, DOI:10.3280/SL2020-157011

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche