Gruppi e migrazioni
Titolo Rivista: GRUPPI 
Autori/Curatori: Nicola Policicchio 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  18 P. 134-151 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/gruoa1-2020oa10489
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 

Articolo Open Access
Clicca qui per vederlo.

L’incontro con lo straniero reca con sé la conoscenza di aspetti nuovi, ma anche sentimenti di inquietudine. L’esperienza migratoria porta ad accogliere al proprio interno contraddizioni, conflitti e ambivalenze, a volte sofferenza e traumi. Questi sono processi individuali e collettivi che agiscono sia sul piano consapevole che inconscio.Quando l’incontro avviene durante un periodo di crisi del contesto, le variabili esterne avranno un’influenza maggiore sulla qualità delle relazioni nel mondo esterno e sull’integrità dell’identità dei soggetti. Queste interazioni possono causare conflitti forti e pericolosi. Attraverso il riferimento ad alcuni concetti di base provenienti dalla teoria della psicodinamica dei gruppi, l’autore prova a indicare alcuni sentieri di pensiero utili ad attraversare questi territori dell ’esistenza. Alcune considerazioni sono orientate a esplorare l’esperienza delle accoglienze per richiedenti asilo e rifugiati. L’autore suggerisce infine come un modo di pensare orientato ai gruppi possa essere efficace nell’affrontare le sfide della crisi contemporanea e interagire positivamente con i cambiamenti derivanti dall’influenza dei flussi migratori.


Keywords: Identità, Crisi, Inconscio, Stereotipi, Matrice, Cultura

Nicola Policicchio, in "GRUPPI" 1/2020, pp. 134-151, DOI:10.3280/gruoa1-2020oa10489

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche