Clicca qui per scaricare

Legami di dipendenza e problematiche separative
Titolo Rivista: INTERAZIONI 
Autori/Curatori: Diana Norsa 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 2  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  17 P. 78-94 Dimensione file:  217 KB
DOI:  10.3280/INT2020-002006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il paradosso di Winnicott riguardo alla "capacità di essere solo" che il bambino raggiunge in presenza della madre, è applicato dall’autrice alla rete di relazioni familiari dentro cui si forma la soggettività. Vengono esaminati alcuni flash clinici per esemplificare gli effetti destabi-lizzanti di una mancata acquisizione della "capacità di essere solo in presenza", mostrando come non basti una separazione effettiva per scioglie il patto denegativo che è alla base di una dipendenza patologica. Vengono poi esaminati due casi letterari: Il riposo del guerriero romanzo utilizzato da Bleger per analizzare il legame simbiotico e le sue conseguenze catastrofiche e Forza maggiore, un film che descrive come una situazione traumatica avvenuta nella realtà innesca una crisi sentimentale di coppia e una rinnovata capacità di insight riguardo all’amore altruistico e l’amore egoistico.


Keywords: Capacità di essere solo, patto denegativo, dipendenza, separazione, soggettiva-zione.

  1. Berenstein I. (2008). Comunicazione personale.
  2. Bleger J. (1967). Simbiosis y Ambiguedad. Buenos Aires: Paidos (Tr. it. Simbiosi e ambiguità. Ancona: Libreria Editrice Lauretana, 1992).
  3. Cigoli V. (1997). Intrecci familiari. Milano: Raffaello Cortina.
  4. Kaës R. (2009). Il complesso fraterno. Roma: Borla.
  5. Kaës R. (2015). L’extention de la psychanalyse; pour une metapsychologie de troisieme tipe. Paris: Dunod. (Tr. it. L’estensione della psicoanalisi. Per una metapsicologia di terzo tipo. Milano: FrancoAngeli, 2016).
  6. Khan M. (1963). The Privacy of the Self. London: Hogart Press, 1974 (Tr. it. Il concetto di trauma cumulativo. In Khan M., Lo spazio privato del Sé. Torino: Bollati Boringhieri, 1979).
  7. Freud S. (1921). Psicologia delle masse e analisi dell’Io. OSF, vol. 9. Torino: Bollati Boringhieri.
  8. Gennari M., Mombelli M., Pappalardo P., Tamanza G., Tonellato L. (2014). La consulenza tecnica familiare nei procedimenti di separazione e divorzio. Milano: FrancoAngeli.
  9. Norsa D. (2019). Trauma cumulativo: una particolare forma di violenza silente dei legami familiari. In attesa di pubblicazione.
  10. Rochefort C. (1959). Le repos du guerrier. Paris: Grasset (Tr. it. Il riposo del guerriero. Milano: Longanesi, 1965).
  11. Sandler J., Sandler A. (1994). The Past Unconscious and the Present Unconscious: A Contribution to a Technical Frame of Reference. The Psychoanalytic Study of the Child, 49, 1: 278-292., DOI: 10.1080/00797308.1994.11823064
  12. Touraine A. (1965). Sociologie de l’action. Paris: Seuil.
  13. Winnicott D.W. (1958). The Capacity to be Alone. International Journal of Psycho-Analysis, 39: 416-420 (Tr. it. La capacità di essere solo. In Winnicott D.W., Sviluppo affettivo e ambiente. Roma: Armando, 1970).

Diana Norsa, in "INTERAZIONI" 2/2020, pp. 78-94, DOI:10.3280/INT2020-002006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche