Clicca qui per scaricare

La prospettiva di genere: il femminile e il materno, una distinzione dimenticata
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori:  Roberta Bommassar 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 3  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 83-92 Dimensione file:  93 KB
DOI:  10.3280/MG2020-003009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Per prospettiva di genere s’intende l’influenza che la differenza di genere ha nelle relazioni familiari, generalmente a discapito della figura femminile che sconta ancora un notevole gap sociale, culturale e politico. L’articolo intende proporre delle riflessioni in merito ad un atteggiamento generalizzato che scotomizza la differenza tra ruolo femminile e ruolo materno. Se nella coppia femminile-maschile il potere è appannaggio del secondo, nella coppia madre-padre è appannaggio del primo. Il mancato riconoscimento di questo doppio registro può indurre ambiguità e manipolazioni, che seppur rilevate dagli operatori del settore, non sembrano ancora far parte del bagaglio culturale e tecnico. Vengono descritte alcune situazioni a esemplificazione di queste riflessioni.


Keywords: Prospettiva di genere, femminile, maschile, materno, paterno, criteri affidamento, false denunce.

Roberta Bommassar, in "MINORIGIUSTIZIA" 3/2020, pp. 83-92, DOI:10.3280/MG2020-003009

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche