Le nuove tecnologie e la psicoterapia: approfondimento del trattamento del disturbo d’ansia sociale
Titolo Rivista: QUADERNI DI PSICOTERAPIA COGNITIVA 
Autori/Curatori: Elena Grassi, Nicola Marsigli 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 47  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 101-119 Dimensione file:  0 KB
DOI:  10.3280/qpc47-2020oa11208
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 

 

Articolo Open Access
Clicca qui per vederlo.

Il disturbo d’ansia sociale (DAS) è uno dei disturbi psicologici più comuni e disabilitanti che, se non trattato, tende a cronicizzarsi provocando danni signifi cativi alla qualità di vita di una persona nonché a comportare ingenti costi sociali.Nonostante l’elevata prevalenza del disturbo, solo il 10% delle persone infatti riceve farmacoterapia e psicoterapia da personale qualifi cato. Esistono infatti diverse barriere per l’accesso al trattamento tra cui la paura della stigmatizzazione e del giudizio negativo e l’aspettativa che altri possano giudicare imbarazzante il proprio comportamento o i propri sintomi fi sici. La natura stessa del disturbo è una delle ragioni principali che impedisce alle persone di chiedere una consulenza professionale. Gli interventi basati sulle nuove tecnologie di comunicazione, che recentemente si stanno facendo strada nel mondo della salute mentale, hanno il vantaggio di poter ovviare a diverse di queste barriere. Infatti, sono stati identificati diversi strumenti che utilizzano le tecnologie informatiche e di telecomunicazione per migliorareattività di prevenzione, diagnosi e terapia.Negli ultimi anni diversi studi ne hanno dimostrato l’effi cacia su una varietà di disturbi tra cui il disturbo d’ansia sociale.Scopo del presente articolo è quello di fornire una revisione narrativa delle risorse presenti ad oggi nel campo delle nuove tecnologie utilizzabili e sfruttabili nel campo della salute mentale e in particolare nel disturbo d’ansia sociale.


Keywords: disturbo d’ansia sociale, terapia on-line, ricerca di trattamento, realtà virtuale

Elena Grassi, Nicola Marsigli, in "QUADERNI DI PSICOTERAPIA COGNITIVA" 47/2020, pp. 101-119, DOI:10.3280/qpc47-2020oa11208

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche