Clicca qui per scaricare

Risorse personali per contrastare il malessere degli studenti lavoratori: il ruolo di mediatore del Work-Study Conflict nella relazione tra percezioni di autoefficacia e performance
Titolo Rivista: PSICOLOGIA DELLA SALUTE 
Autori/Curatori: Leda Marino, Vincenza Capone 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  21 P. 78-98 Dimensione file:  297 KB
DOI:  10.3280/PDS2021-001006
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’obiettivo dello studio è stato quello di indagare il ruolo di mediazione del Work-Study Conflict (WSC), considerato dalla letteratura un rischio psicosociale, nella relazione tra perce-zioni di autoefficacia studentesca e lavorativa e performance accademica (auto-riferita). Sono stati somministrati due questionari self-report all’inizio del semestre accademico (T1, N=134) e dopo sei mesi comprensivi di una sessione d’esame (T2, N=100), a studenti-lavoratori part-time iscritti a differenti corsi di laurea delle università campane. È stato implementato un mo-dello di path analysis con l’ausilio del software Mplus 8.0. In linea con le ipotesi il WSC è risultato mediatore totale della relazione tra autoefficacia lavorativa e performance accademica e mediatore parziale della relazione tra autoefficacia studentesca e performance. In un’ottica di sostegno alla carriera degli studenti l’università è chiamata a mettere in pratica strategie di in-tervento per la promozione del benessere e che facilitino la conciliazione tra i differenti ruoli che gli studenti stessi si trovano a ricoprire. In quest’ottica, lo studio si propone di evidenziare alcune variabili che vanno a facilitare la conciliazione studio-lavoro, migliorando l’efficacia nella prestazione.


Keywords: Work-Study Conflict, autoefficacia, studenti-lavoratori, performance accademi-ca, studenti universitari.

Leda Marino, Vincenza Capone, in "PSICOLOGIA DELLA SALUTE" 1/2021, pp. 78-98, DOI:10.3280/PDS2021-001006

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche