Clicca qui per scaricare

Airbnb nell’Unione europea: tra prevenzione della concorrenza sleale e libera prestazione dei servizi
Titolo Rivista: RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO DEL TURISMO 
Autori/Curatori: Paolo Tullio 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 32  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  42 P. 7-48 Dimensione file:  952 KB
DOI:  10.3280/DT2021-032001
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Due recenti pronunce della Corte di giustizia dell’Unione europea (Airbnb Ireland e Cali Apartments) rendono particolarmente vivo ed attuale il dibattito sulla regolamentazione dei servizi di alloggio tramite piattaforma digitale. Numerosi host di Airbnb ricorrono alla formula della locazione breve per mascherare un’attività di fatto imprenditoriale. Così facendo, si sottraggono all’applicazione delle regole amministrative e fiscali imposte ai tradizionali operatori del settore, giovandosi di un illegittimo vantaggio competitivo nei confronti di questi ultimi. Per questo motivo le associazioni di categoria invocano l’introduzione, a livello nazionale e locale, di regole volte a prevenire la concorrenza sleale degli host. Tuttavia, nel regolare i servizi di alloggio peer-to-peer gli Stati membri devono fare i conti coi princìpi europei sulla libera prestazione dei servizi. Purtroppo, però, il quadro giuridico è piuttosto incerto ed occorre modernizzare le norme europee sulla libera prestazione dei servizi.




  1. Impossibile comunicare con Crossref: The remote server returned an error: (404) Not Found.

Paolo Tullio, in "RIVISTA ITALIANA DI DIRITTO DEL TURISMO" 32/2021, pp. 7-48, DOI:10.3280/DT2021-032001

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche