Clicca qui per scaricare

La trasformazione ordinaria. Gli effetti della legge n. 106/2011 sulla forma urbana a Torino
Titolo Rivista: TERRITORIO 
Autori/Curatori: Caterina Barioglio, Daniele Campobenedetto 
Anno di pubblicazione:  2020 Fascicolo: 95  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  10 P. 125-134 Dimensione file:  1029 KB
DOI:  10.3280/TR2020-095014
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


In un momento storico in cui le città europee sono teatro di modifiche progressive piuttosto che di massive espansioni, acquista importanza il ruolo della disciplina dell’attività edilizia e delle forme di regolazione che agiscono sulle trasformazioni ordinarie. Questo contributo mira a esplorare gli esiti di uno di questi strumenti - la legge n. 106/2011. Lo studio offre una mappatura delle trasformazioni edilizie attuate, o approvate, tramite questa legge a Torino fino al 2019. L’obiettivo è comprendere il rapporto tra le intenzioni espresse dallo strumento regolativo e i suoi effetti sullo spazio della città: l’analisi dei tipi di intervento, del cambiamento di destinazioni d’uso e superfici di ogni trasformazione è messa in relazione con le modifiche volumetriche, per studiare gli esiti morfologici delle pratiche private di trasformazione e il loro ruolo nel processo di ‘produzione di città’. Parole chiave: trasformazione urbana; morfologia urbana; codici urbani


Keywords: Urban transformation; urban morphology; urban codes

  1. Abramson D.M., 2016, Obsolescence. An architectural history. Chicago: The University of Chicago Press.
  2. Armando A., Durbiano G., 2017, Teoria del progetto architettonico. Dai disegni agli effetti. Roma: Carocci.
  3. Alfasi N., 2018 «The coding turn in urban planning: Could it remedy the essential drawbacks of planning?» in Planning Theory, 17, 3: 375-395.
  4. Barioglio C., Campobenedetto D., Barale M., Frassoldati F., Nigra M., Robiglio M., 2019 Re-coding. Ripensare le regole della città. Torino: Dipartimento di Architettura e Design, Politecnico di Torino.
  5. Bagnasco A., 1986, Torino: un profilo sociologico. Torino: Einaudi.
  6. Bagnasco A., 1990, a cura di, La città dopo Ford: il caso di Torino. Torino: Bollati Boringhieri.
  7. Bagnasco A., Olmo C., 2008, a cura di, Torino 011. Biografia di una città. Gli ultimi 25 anni di Torino, guardando al futuro dell’Italia. Milano: Mondadori Electa.
  8. Ben-Joseph E., 2005, The Code of the City: Standards and the Hidden Language of Place Making. Cambridge: MIT Press.
  9. Boschetti B., 2017, «L’impatto della funzione di rigenerazione sugli strumenti tradizionali del diritto urbanistico diversi dalla pianificazione». In: Di Lascio F., Giglioni F. (a cura di), La rigenerazione degli spazi urbani. Bologna: Il Mulino.
  10. De Certeau M., 2001 (1980), L’invenzione del quotidiano. Roma: Edizioni Lavoro.
  11. De Rossi A., 2008, «La costruzione di Spina 2. Dalla cittadella dei servizi alla cittadella della conoscenza», Atti e Rassegna Tecnica della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino, n. 1-2: 151-163.
  12. Durbiano G., De Rossi A., 2006, Torino 1980-2011. La trasformazione e le sue immagini. Torino: Umberto Allemandi & C.
  13. Gehl J., 2011, Life between buildings. Using Public Spaces. Washinghton-Covelo-London: Island Press.
  14. Giglioni F., 2017, «La rigenerazione dei beni urbani di fonte comunale in particolare confronto con la funzione di gestione del territorio». In: Di Lascio F., Giglioni (a cura di), La rigenerazione degli spazi urbani. Bologna: Il Mulino.
  15. Hall P., 2002, Cities of Tomorrow. An Intellectual History of Urban Design in the Twentieth Century. Malden MA: Blackell Publishing.
  16. Kayden J.S., 2000, Privately Owned Public Space. The New York City Experience. New York-Chichester-Weinheim-Brisbane-Singapore-Toronto: John Wiley & Sons.
  17. Lehnerer A., 2009, Grand Urban Rules. Rotterdam: Nai 010 publishers.
  18. Marshall S., 2011, a cura di, Urban Cording and Planning. London-New York: Routledge.
  19. Mazzoleni C., 2018, «Verso la pianificazione flessibile. La proposta di nuovi dispositivi tecnici e normativi». In: Lombardini G., Scelsi V. (a cura di), Bruno Gabrielli. Città e piani. Milano: FrancoAngeli.
  20. Moroni S. 2015 «Complexity and the inherent limits of explanation and prediction: Urban codes for self-organising cities». Planning Theory, 14, 3: 248-267.
  21. Moroni S., Lorini G., 2016, «Graphic rules in planning: A critical exploration of normative drawings starting from zoning maps and form-based codes». Planning Theory, 16, 3: 318-338.
  22. Oliva F., 2002, L’urbanistica di Milano: quel che resta dei piani urbanistici nella crescita e nella trasformazione della città. Milano: Hoepli.
  23. Olmo C., 2018, Città e democrazia. Per una critica delle parole e delle cose. Roma: Donzelli.
  24. Roncayolo M., 2002, Lecture de villes. Formes et temps. Marsiglia: Éditions Parenthèses.
  25. Sennet R., 2018, Costruire e abitare. Etica per la città. Milano: Feltrinelli.
  26. Sim D., 2019, Soft City. Building Density for Everyday Life. Washington-Covelo-London: Island Press.
  27. Talen E., 2009, «Design by the Rules: The Historical Underpinningsof Form-Based Codes». Journal of the American Planning Association, 75, 2: 144-160.
  28. Talen E., 2012, City Rules: How Regulations Affect Urban Form. Washington-Covelo-London: Island Press.

Caterina Barioglio, Daniele Campobenedetto, in "TERRITORIO" 95/2020, pp. 125-134, DOI:10.3280/TR2020-095014

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche