Clicca qui per scaricare

Interconnessioni e snodi dialogici nella giustizia penale minorile tra criticità e sfide educative
Titolo Rivista: MINORIGIUSTIZIA 
Autori/Curatori:  Roberta Ghidelli 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  8 P. 73-80 Dimensione file:  78 KB
DOI:  10.3280/MG2021-001008
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Il sistema della giustizia minorile chiede agli operatori, giuridici e psico-socio-educativi, di sviluppare sempre più forme e metodologie dialogiche per dare più forza al recupero del minore e alla corresponsabilità di tutti gli attori, istituzionali e non, coinvolti e coinvolgibili. Il servizio sociale del penale è chiamato a svolgere una duplice funzione di facilitazione delle interazioni, una nei confronti del contesto sociale e l’altra verso il sistema della giustizia. Il d.p.r. n. 448/1988 è oramai ampiamente maggiorenne, ma come l’adolescenza termina intorno ai 25 anni anche l’implementazione della normativa necessita ancora di sviluppare spazi discorsivi nei quali rimettere al centro i significati del lavoro con gli adolescenti che delinquono, punta dell’iceberg del disagio e del malessere giovanile.


Keywords: spazio discorsivo, co-responsabilità, flessibilità.

Roberta Ghidelli, in "MINORIGIUSTIZIA" 1/2021, pp. 73-80, DOI:10.3280/MG2021-001008

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche