Il concetto di processo analitico e il lavoro di trasformazione di J. Canestri: note a margine

Titolo Rivista: PSICOANALISI
Autori/Curatori: Antonella Gentile
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 1 Lingua: Italiano
Numero pagine: 4 P. 57-60 Dimensione file: 367 KB
DOI: 10.3280/PSI2021-001003
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Nelle brevi note inerenti il lavoro di J. Canestri Il concetto di processo analitico e il lavoro di trasformazione ci si sofferma sulla complessa compagine teorica che caratterizza il modo in cui l’autore pensa la teoria psicoanalitica. Attingere a campi del sapere, che spaziano dalla fisi-ca alla matematica, dall’epistemologia alla filosofia, costituisce la premessa indispensabile e necessaria a creare punti di intersezione tra ciò di cui parla la scienza e l’esperienza analitica senza rinunciare a uno "specifico" psicoanalitico.

Antonella Gentile, Il concetto di processo analitico e il lavoro di trasformazione di J. Canestri: note a margine in "PSICOANALISI" 1/2021, pp 57-60, DOI: 10.3280/PSI2021-001003