Clicca qui per scaricare

La Sibilla Morta. Riparazione e restituzione di un’assenza
Titolo Rivista: PSICOANALISI 
Autori/Curatori:  Andreas Giannakoulas 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 1  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  19 P. 67-85 Dimensione file:  214 KB
DOI:  10.3280/PSI2021-001005
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


L’autore descrive in questo lavoro gli effetti della depressione materna sullo sviluppo del bambino, richiamando i lavori di Winnicott e di Green sulla "madre morta" e discutendo in particolare l’impossibilità per i bambini di riparare l’umore materno. Il caso clinico discusso permette di affrontare vari ed interessanti temi a cominciare dal ruolo delle percezioni visive madre-bambino, delle caratteristiche del "fantasying", della di-fesa maniacale, ma soprattutto dell’uso del controtransfert come guida per stati di funzionamento primitivi. In particolare, descrive nella terapia la necessità di una regressione alla dipendenza, complessa per i pazienti che si confrontano con una assenza, e della possibilità di instaurare un holding che assicuri il riassestamento dei processi maturativi interrotti.


Keywords: Depressione materna, controtransfert, holding, regressione

  1. Bonaminio V., Di Renzo M. (2000). A task which can never be accomplished… to deal with mother’s mood…Winnicott’s clinical conception of the individual’s “psychic work for the other”. Winnicott Congress. Milano.
  2. Bonaparte M. (1928). L’Identification d’une fille à sa mère morte. Revue Français de Psychanalyse, 2: 541-565.
  3. Freud S. (1937). Analisi terminabile e interminabile. In: Opere, XI. Torino: Bollati Boringhieri, 1977.
  4. Freud S. (1911). Formulazione sui due principi dell’accadere psichico. In: Opere, VI. Torino: Bollati Boringhieri, 1973.
  5. Giannakoulas A., Hernandez M. (2010). Rimembrare la mente e rammentare il corpo. Psicoanalisi, 13: 69-81., DOI: 10.3280/PSI2010-00200
  6. Giannakoulas A. (1991). Holding nello spazio affettivo. In: Gli affetti nella psicoanalisi. Roma: Borla.
  7. Green A. (1980). The dead mother. In: On Private Madness. London: The Hogarth Press and The Institute of Psychoanalysis.
  8. King P. (2005). The supervision of students in psychoanalytic training who have previously been trained as psychotherapists. In: Time present and time past. London: Karnac.
  9. Laufer M., Laufer E. (1989). Adolescence and Developmental Breakdown: A Psychoanalytic View. London and New York: Routledge, Yale University Press.
  10. Milner M. (1987). The Suppressed Madness of Sane Men: Forty-four Years of Exploring Psychoanalysis. London and New York: Tavistock.
  11. Phillips A., (1988). Winnicott. London: Fontana Press.
  12. Schacht L. (2001). Il cantiere del sé. Roma: Borla.
  13. Scott Clifford M. (1954). Patients who sleep or lood at the Psycho-analyst during treatment – Technical considerations. The Psychoanalytic Quarterly, 23: 146-147.
  14. Steiner G. (1971). Nel castello di Barbablù. Milano: SE, 1990.
  15. Winnicott D.W. (1948). Reparation in respect of Mothers Organised Defence against Depression. In: Collected Papers: Through Paediatrics to Psycho-Analysis. London: Tavistock, 1958.
  16. Winnicott D.W. (1965). The Family and the Individual Development. London: Tavistock.
  17. Winnicott D.W. (1967). La funzione di specchio della madre e della famiglia nello sviluppo infantile. In: Gioco e realtà. Roma: Armando, 1974.
  18. Winnicott D.W. (1970). Le basi di sé nel corpo. In: Esplorazioni psicoanalitiche. Milano: Raffaello Cortina.
  19. Winnicott D.W. (1971). Dreaming, Fantasying, and Living. In: Playing and Reality. London: Tavistock.
  20. Winnicott D.W. (1984). Deprivation and Delinquency. London: Routledge

Andreas Giannakoulas, in "PSICOANALISI" 1/2021, pp. 67-85, DOI:10.3280/PSI2021-001005

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche