Clicca qui per scaricare

Reformas en las "Ciudades de Arte" de España a comienzos del siglo XX. Antonio Palacios y la conservación de una integridad estética en las propuestas para Ourense y Santiago de Compostela
Titolo Rivista: STORIA URBANA  
Autori/Curatori: Jesús Ángel Sánchez-García 
Anno di pubblicazione:  2021 Fascicolo: 168  Lingua: Italiano 
Numero pagine:  37 P. 77-113 Dimensione file:  783 KB
DOI:  10.3280/SU2021-168004
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più:  clicca qui   qui 


Accanto alla pianificazione di nuove città, nei primi decenni del XX secolo il movimento dell’Arte civica trovò nella conservazione delle città storiche uno dei terreni preferenziali per preservare la qualità artistica invocata da Camillo Sitte. All’interno di questo contesto culturale Antonio Palacios formulò le sue proposte di intervento per i centri di due città storiche spagnole: Ourense (1928) e Santiago de Compostela (1932). L’obiettivo funzionale di fornire nuovi accessi alle rispettive cattedrali fu risolto attraverso una piazza fornita di una scalinata nel caso di Ourense e da un viale con un tracciato irregolare e con un effetto scenografico nel caso di Santiago. Prendendo ispirazione dall’architettura storica e tradizionale della Galizia, la personale interpretazione dell’eredità vernacolare fu presentata come uno strumento per operare interventi di riforma e espansione nelle città antiche; tuttavia entrambe le proposte non andarono oltre la fase progettuale.


Keywords: Antonio Palacios Pianificazione urbana Architettura vernacolare Centri storici Paesaggi storici urbani

Jesús Ángel Sánchez-García, in "STORIA URBANA " 168/2021, pp. 77-113, DOI:10.3280/SU2021-168004

   

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association associazione indipendente e no profit per facilitare l'accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche