Conscio latente e inconscio manifesto. Ian Mc Ewan: Il giardino di cemento

Titolo Rivista: INTERAZIONI
Autori/Curatori: Cristina Bonucci
Anno di pubblicazione: 2021 Fascicolo: 2 Lingua: Italiano
Numero pagine: 5 P. 127-131 Dimensione file: 120 KB
DOI: 10.3280/INT2021-002009
Il DOI è il codice a barre della proprietà intellettuale: per saperne di più clicca qui

Qui sotto puoi vedere in anteprima la prima pagina di questo articolo.

Se questo articolo ti interessa, lo puoi acquistare (e scaricare in formato pdf) seguendo le facili indicazioni per acquistare il download credit.
Acquista Download Credits per scaricare questo Articolo in formato PDF

anteprima articolo

FrancoAngeli è membro della Publishers International Linking Association, Inc (PILA)associazione indipendente e non profit per facilitare (attraverso i servizi tecnologici implementati da CrossRef.org) l’accesso degli studiosi ai contenuti digitali nelle pubblicazioni professionali e scientifiche

Attraverso lo sguardo di quattro ragazzi, improvvisamente orfani di entrambi i genitori, Io scritto traccia e ritesse la mappa dei difficili rapporti di famiglia e delle difficoltà della crescita, laddove il sotteso si impone, e prende il sopravvento, a scapito delle difese.

  1. Mc Ewan I. (1978). The Cement garden. Great Britain: Jonathan Cape/Random House [trad. it. Il giardino di cemento. Torino: Giulio Einaudi, 1980].

Cristina Bonucci, Conscio latente e inconscio manifesto. Ian Mc Ewan: Il giardino di cemento in "INTERAZIONI" 2/2021, pp 127-131, DOI: 10.3280/INT2021-002009